Agrofarmaci

S. RAMEDIT BLU WG

 = prodotti ammessi in agricoltura biologica

Caratteristiche

Formulazione: granuli idrodispersibili

Numero di registrazione: 13799 (18/05/2007)

Composizione

  • rame - ossicloruro di rame 32,00%

Registrazioni

Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Bremia lactucae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in serra
Parassiti
  • Bremia lactucae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Phytophthora cactorum: Dose su ettolitro:450-600 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Su actinidia: localizzare i trattamenti al colletto delle piante distribuendo 10-15 l di sospensione per pianta.
  • Phytophthora citrophthora - Ph. spp: Dose su ettolitro:450-600 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Su actinidia: localizzare i trattamenti al colletto delle piante distribuendo 10-15 l di sospensione per pianta.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Botrytis cinerea: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Peronospora schleideni: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Pseudomonas fluorescens: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Sclerotinia fuckeliana - B. cinerea: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
Ambito d'impiego: in serra
Parassiti
  • Botrytis cinerea: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Peronospora schleideni: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Pseudomonas fluorescens: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Sclerotinia fuckeliana - B. cinerea: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Coryneum beijerinckii - Stigmina carpophila - Wilsonomyces carpophilus: Dose su ettolitro:600-700 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Limitare i trattamenti al periodo invernale.
  • Monilia fructigena: Dose su ettolitro:600-700 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Limitare i trattamenti al periodo invernale.
  • Monilinia e Monilia laxa e fructigena: Dose su ettolitro:600-700 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Limitare i trattamenti al periodo invernale.
  • Monilinia laxa: Dose su ettolitro:600-700 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Limitare i trattamenti al periodo invernale.
  • Pseudomonas syringae: Dose su ettolitro:500-600 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Intervenire alla caduta foglie. Limitare i trattamenti al periodo invernale.
  • Xanthomonas campestris p.v. pruni: Dose su ettolitro:500-600 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Intervenire alla caduta foglie. Limitare i trattamenti al periodo invernale.
  • Xanthomonas pruni: Dose su ettolitro:500-600 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Intervenire alla caduta foglie. Limitare i trattamenti al periodo invernale.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Bremia lactucae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in serra
Parassiti
  • Bremia lactucae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Bremia lactucae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in serra
Parassiti
  • Bremia lactucae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Bremia lactucae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in serra
Parassiti
  • Bremia lactucae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Mycosphaerella berkeleyi: Dose su ettaro:3-3,5 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo delle malattie.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Capnodium citri: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Colletotrichum gloeosporioides: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Deuterophoma tracheiphila: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Diaporthe citri - Phomopsis citri: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Phytophthora cactorum: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Phytophthora citrophthora - Ph. spp: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Pseudomonas syringae: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia. Il prodotto esplica un'azione collaterale nei confronti dell'avversità
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Botrytis cinerea: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: ET
    Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale. Limitare i trattamenti subito dopo la raccolta dei turioni.
  • Puccinia asparagi: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: ET
    Note: Limitare i trattamenti subito dopo la raccolta dei turioni.
  • Sclerotinia fuckeliana - B. cinerea: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: ET
    Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale. Limitare i trattamenti subito dopo la raccolta dei turioni.
Ambito d'impiego: in serra
Parassiti
  • Botrytis cinerea: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: ET
    Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale. Limitare i trattamenti subito dopo la raccolta dei turioni.
  • Puccinia asparagi: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: ET
    Note: Limitare i trattamenti subito dopo la raccolta dei turioni.
  • Sclerotinia fuckeliana - B. cinerea: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: ET
    Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale. Limitare i trattamenti subito dopo la raccolta dei turioni.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Cercospora beticola: Dose su ettaro:3-3,4 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
  • Peronospora schachtii: Dose su ettaro:3-3,4 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Uromyces betae: Dose su ettaro:3-3,4 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Bremia lactucae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in serra
Parassiti
  • Bremia lactucae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Capnodium citri: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Colletotrichum gloeosporioides: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Deuterophoma tracheiphila: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Diaporthe citri - Phomopsis citri: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Phytophthora citrophthora - Ph. spp: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Pseudomonas syringae: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia. Il prodotto esplica un'azione collaterale nei confronti dell'avversità
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Cercospora beticola: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Peronospora farinosa f. sp. Betae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in serra
Parassiti
  • Cercospora beticola: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Peronospora farinosa f. sp. Betae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Cercospora beticola: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Peronospora farinosa f. sp. Betae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in serra
Parassiti
  • Cercospora beticola: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Peronospora farinosa f. sp. Betae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Bremia lactucae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in serra
Parassiti
  • Bremia lactucae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Bremia lactucae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in serra
Parassiti
  • Bremia lactucae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Pseudoperonospora (= Peroplasmopara) cannabina: Dose su ettaro:3-3,5 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo delle malattie.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Bremia lactucae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie.
Ambito d'impiego: in serra
Parassiti
  • Bremia lactucae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Bremia lactucae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie.
  • Erwinia carotovora: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Erwinia carotovora subsp carotovora: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
Ambito d'impiego: in serra
Parassiti
  • Bremia lactucae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie.
  • Erwinia carotovora: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Erwinia carotovora subsp carotovora: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Antracnosi: Dose su ettaro:3-3,5 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo delle malattie.
  • Peronospore: Dose su ettaro:3-3,5 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo delle malattie.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Diplodina castaneae: Dose su ettolitro:250-500 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Effettuare trattamenti autunno-invernali alla dose di 500 g/hl, trattamenti primaverili-estivi alla dose di 250-300 g/hl.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Albugo candida: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie.
  • Alternaria brassicae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Botrytis cinerea: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Erwinia carotovora: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie.
  • Erwinia carotovora subsp carotovora: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie.
  • Mycosphaerella brassicicola: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie.
  • Peronospora brassicae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie.
  • Peronospora parasitica: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie.
  • Sclerotinia fuckeliana - B. cinerea: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Xanthomonas campestris: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie.
Ambito d'impiego: in serra
Parassiti
  • Albugo candida: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie.
  • Alternaria brassicae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Botrytis cinerea: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Erwinia carotovora: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie.
  • Erwinia carotovora subsp carotovora: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie.
  • Mycosphaerella brassicicola: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie.
  • Peronospora brassicae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie.
  • Peronospora parasitica: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie.
  • Sclerotinia fuckeliana - B. cinerea: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Xanthomonas campestris: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Capnodium citri: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Colletotrichum gloeosporioides: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Deuterophoma tracheiphila: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Diaporthe citri - Phomopsis citri: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Phytophthora citrophthora - Ph. spp: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Pseudomonas syringae: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia. Il prodotto esplica un'azione collaterale nei confronti dell'avversità
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Bremia lactucae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in serra
Parassiti
  • Bremia lactucae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Bremia lactucae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in serra
Parassiti
  • Bremia lactucae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Botrytis cinerea: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Erwinia carotovora: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Erwinia carotovora subsp carotovora: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Pseudomonas syringae pv. Lachrymans: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie.
  • Pseudoperonospora cubensis: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie.
  • Sclerotinia fuckeliana - B. cinerea: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
Ambito d'impiego: in serra
Parassiti
  • Botrytis cinerea: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Erwinia carotovora: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Erwinia carotovora subsp carotovora: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Pseudomonas syringae pv. Lachrymans: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie.
  • Pseudoperonospora cubensis: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie.
  • Sclerotinia fuckeliana - B. cinerea: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Capnodium citri: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Colletotrichum gloeosporioides: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Deuterophoma tracheiphila: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Diaporthe citri - Phomopsis citri: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Phytophthora citrophthora - Ph. spp: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Pseudomonas syringae: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia. Il prodotto esplica un'azione collaterale nei confronti dell'avversità
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Coryneum beijerinckii - Stigmina carpophila - Wilsonomyces carpophilus: Dose su ettolitro:600-700 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Limitare i trattamenti al periodo invernale.
  • Monilia fructigena: Dose su ettolitro:600-700 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Limitare i trattamenti al periodo invernale.
  • Monilinia e Monilia laxa e fructigena: Dose su ettolitro:600-700 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Limitare i trattamenti al periodo invernale.
  • Monilinia laxa: Dose su ettolitro:600-700 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Limitare i trattamenti al periodo invernale.
  • Phytophthora cactorum: Dose su ettolitro:450-600 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Applicare il prodotto, seguendo le dosi indicate, localizzando i trattamenti al colletto delle piante distribuendo 10-15 litri di sospensione per pianta. Limitare i trattamenti al periodo invernale.
  • Phytophthora citrophthora - Ph. spp: Dose su ettolitro:450-600 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Applicare il prodotto, seguendo le dosi indicate, localizzando i trattamenti al colletto delle piante distribuendo 10-15 litri di sospensione per pianta. Limitare i trattamenti al periodo invernale.
  • Pseudomonas mors prunorum: Dose su ettolitro:500-600 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Intervenire alla caduta foglie. Limitare i trattamenti al periodo invernale.
  • Taphrina cerasi: Dose su ettolitro:600-700 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Limitare i trattamenti al periodo invernale.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Botrytis cinerea: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Peronospora schleideni: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Pseudomonas fluorescens: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Sclerotinia fuckeliana - B. cinerea: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
Ambito d'impiego: in serra
Parassiti
  • Botrytis cinerea: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Peronospora schleideni: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Pseudomonas fluorescens: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Sclerotinia fuckeliana - B. cinerea: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Monochaetia unicornis: Dose su ettolitro:950-1100 g/hl
    Intervallo di sicurezza: non necessario
    Note: Effettuare trattamenti preventivi in primavera e autunno irrorando completamente tutto il fusto e la chioma.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Capnodium citri: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Colletotrichum gloeosporioides: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Deuterophoma tracheiphila: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Diaporthe citri - Phomopsis citri: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Phytophthora citrophthora - Ph. spp: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Pseudomonas syringae: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia. Il prodotto esplica un'azione collaterale nei confronti dell'avversità
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Botrytis cinerea: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie. Dose massima 2,7 kg/Ha pari a 0,87 kg/Ha di sostanza attiva. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Erwinia carotovora: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie. Dose massima 2,7 kg/Ha pari a 0,87 kg/Ha di sostanza attiva. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Erwinia carotovora subsp carotovora: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie. Dose massima 2,7 kg/Ha pari a 0,87 kg/Ha di sostanza attiva. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Pseudomonas syringae pv. Lachrymans: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie. Dose massima 2,7 kg/Ha pari a 0,87 kg/Ha di sostanza attiva. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Pseudoperonospora cubensis: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie. Dose massima 2,7 kg/Ha pari a 0,87 kg/Ha di sostanza attiva.
  • Sclerotinia fuckeliana - B. cinerea: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie. Dose massima 2,7 kg/Ha pari a 0,87 kg/Ha di sostanza attiva. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
Ambito d'impiego: in serra
Parassiti
  • Botrytis cinerea: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie. Dose massima 2,7 kg/Ha pari a 0,87 kg/Ha di sostanza attiva. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Erwinia carotovora: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie. Dose massima 2,7 kg/Ha pari a 0,87 kg/Ha di sostanza attiva. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Erwinia carotovora subsp carotovora: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie. Dose massima 2,7 kg/Ha pari a 0,87 kg/Ha di sostanza attiva. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Pseudomonas syringae pv. Lachrymans: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie. Dose massima 2,7 kg/Ha pari a 0,87 kg/Ha di sostanza attiva. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Pseudoperonospora cubensis: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie. Dose massima 2,7 kg/Ha pari a 0,87 kg/Ha di sostanza attiva.
  • Sclerotinia fuckeliana - B. cinerea: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie. Dose massima 2,7 kg/Ha pari a 0,87 kg/Ha di sostanza attiva. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Peronospora parasitica: Dose su ettaro:3-3,5 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo delle malattie.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Bremia lactucae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in serra
Parassiti
  • Bremia lactucae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Erwinia amylovora: Dose su ettolitro:250-500 g/hl
    Intervallo di sicurezza: IF
    Note: Effettuare trattamenti autunno invernali alla dose di 500 g/hl e trattamenti primaverili 250-300 g/hl. Sospendere i trattamenti all'inizio della fioritura.
  • Monilia fructigena: Dose su ettolitro:250-500 g/hl
    Intervallo di sicurezza: IF
    Note: Effettuare trattamenti autunno invernali alla dose di 500 g/hl e trattamenti primaverili 250-300 g/hl. Sospendere i trattamenti all'inizio della fioritura.
  • Monilinia e Monilia laxa e fructigena: Dose su ettolitro:250-500 g/hl
    Intervallo di sicurezza: IF
    Note: Effettuare trattamenti autunno invernali alla dose di 500 g/hl e trattamenti primaverili 250-300 g/hl. Sospendere i trattamenti all'inizio della fioritura.
  • Monilinia laxa: Dose su ettolitro:250-500 g/hl
    Intervallo di sicurezza: IF
    Note: Effettuare trattamenti autunno invernali alla dose di 500 g/hl e trattamenti primaverili 250-300 g/hl. Sospendere i trattamenti all'inizio della fioritura.
  • Nectria galligena: Dose su ettolitro:250-500 g/hl
    Intervallo di sicurezza: IF
    Note: Effettuare trattamenti autunno invernali alla dose di 500 g/hl e trattamenti primaverili 250-300 g/hl. Sospendere i trattamenti all'inizio della fioritura.
  • Nectria galligena - Cylindrocarpon mali: Dose su ettolitro:250-500 g/hl
    Intervallo di sicurezza: IF
    Note: Effettuare trattamenti autunno invernali alla dose di 500 g/hl e trattamenti primaverili 250-300 g/hl. Sospendere i trattamenti all'inizio della fioritura.
  • Phytophthora cactorum: Dose su ettolitro:450-500 g/hl
    Intervallo di sicurezza: IF
    Note: Localizzare i trattamenti al colletto delle piante, distribuendo 10-15 l di sospensione per pianta. Sospendere i trattamenti all'inizio della fioritura.
  • Phytophthora citrophthora - Ph. spp: Dose su ettolitro:450-500 g/hl
    Intervallo di sicurezza: IF
    Note: Localizzare i trattamenti al colletto delle piante, distribuendo 10-15 l di sospensione per pianta. Sospendere i trattamenti all'inizio della fioritura.
  • Venturia inaequalis - F. dendriticum: Dose su ettolitro:250-500 g/hl
    Intervallo di sicurezza: IF
    Note: Effettuare trattamenti autunno invernali alla dose di 500 g/hl e trattamenti primaverili 250-300 g/hl. Sospendere i trattamenti all'inizio della fioritura.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Antracnosi: Dose su ettaro:3-3,5 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo delle malattie.
  • Peronospore: Dose su ettaro:3-3,5 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo delle malattie.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Bremia lactucae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in serra
Parassiti
  • Bremia lactucae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Bremia lactucae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in serra
Parassiti
  • Bremia lactucae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Bremia lactucae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in serra
Parassiti
  • Bremia lactucae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Bremia lactucae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in serra
Parassiti
  • Bremia lactucae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Erwinia carotovora: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Erwinia carotovora subsp carotovora: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
Ambito d'impiego: in serra
Parassiti
  • Erwinia carotovora: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Erwinia carotovora subsp carotovora: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Antracnosi: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: non necessario
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo delle malattie.
  • Batteriosi: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: non necessario
    Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Peronospore: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: non necessario
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo delle malattie.
  • Ruggini: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: non necessario
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo delle malattie.
  • Ticchiolatura: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: non necessario
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo delle malattie.
Ambito d'impiego: in serra
Parassiti
  • Antracnosi: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: non necessario
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo delle malattie.
  • Batteriosi: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: non necessario
    Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Peronospore: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: non necessario
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo delle malattie.
  • Ruggini: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: non necessario
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo delle malattie.
  • Ticchiolatura: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: non necessario
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo delle malattie.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Mycosphaerella fragariae: Dose su ettolitro:250-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Effettuare trattamenti autunnali, invernali e alla ripresa vegetativa.
  • Phytophthora cactorum: Dose su ettolitro:250-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Effettuare trattamenti autunnali, invernali e alla ripresa vegetativa.
  • Phytophthora citrophthora - Ph. spp: Dose su ettolitro:250-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Effettuare trattamenti autunnali, invernali e alla ripresa vegetativa.
  • Xanthomonas fragariae: Dose su ettolitro:250-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Effettuare trattamenti autunnali, invernali e alla ripresa vegetativa.
Ambito d'impiego: in serra
Parassiti
  • Mycosphaerella fragariae: Dose su ettolitro:250-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Effettuare trattamenti autunnali, invernali e alla ripresa vegetativa.
  • Phytophthora cactorum: Dose su ettolitro:250-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Effettuare trattamenti autunnali, invernali e alla ripresa vegetativa.
  • Phytophthora citrophthora - Ph. spp: Dose su ettolitro:250-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Effettuare trattamenti autunnali, invernali e alla ripresa vegetativa.
  • Xanthomonas fragariae: Dose su ettolitro:250-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Effettuare trattamenti autunnali, invernali e alla ripresa vegetativa.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Plasmopara helianthi (=Plasmopara halstedii): Dose su ettaro:3-3,5 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo delle malattie.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Bremia lactucae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie.
  • Cercospora longissima: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie.
  • Erwinia carotovora: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie.
  • Erwinia carotovora subsp carotovora: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie.
  • Marssonina panattoniana: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie.
  • Pseudomonas cichorii: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie.
Ambito d'impiego: in serra
Parassiti
  • Bremia lactucae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie.
  • Cercospora longissima: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie.
  • Erwinia carotovora: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie.
  • Erwinia carotovora subsp carotovora: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie.
  • Marssonina panattoniana: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie.
  • Pseudomonas cichorii: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Bremia lactucae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in serra
Parassiti
  • Bremia lactucae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Ascochyta pisi - Ascochyta pinodes: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Ascochyta sp.: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Colletotrichum lindemuthianum: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Peronospora pisi: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Pseudomonas phaseolicola: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Xanthomonas phaseoli: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in serra
Parassiti
  • Ascochyta pisi - Ascochyta pinodes: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Ascochyta sp.: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Colletotrichum lindemuthianum: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Peronospora pisi: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Pseudomonas phaseolicola: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Xanthomonas phaseoli: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Capnodium citri: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Colletotrichum gloeosporioides: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Deuterophoma tracheiphila: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Diaporthe citri - Phomopsis citri: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Phytophthora citrophthora - Ph. spp: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Pseudomonas syringae: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia. Il prodotto esplica un'azione collaterale nei confronti dell'avversità
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Capnodium citri: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Colletotrichum gloeosporioides: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Deuterophoma tracheiphila: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Diaporthe citri - Phomopsis citri: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Phytophthora citrophthora - Ph. spp: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Pseudomonas syringae: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia. Il prodotto esplica un'azione collaterale nei confronti dell'avversità
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Antracnosi: Dose su ettaro:3-3,5 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo delle malattie.
  • Peronospore: Dose su ettaro:3-3,5 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo delle malattie.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Bremia lactucae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in serra
Parassiti
  • Bremia lactucae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Capnodium citri: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Colletotrichum gloeosporioides: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Deuterophoma tracheiphila: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Diaporthe citri - Phomopsis citri: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Phytophthora citrophthora - Ph. spp: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Pseudomonas syringae: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia. Il prodotto esplica un'azione collaterale nei confronti dell'avversità
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Coryneum beijerinckii - Stigmina carpophila - Wilsonomyces carpophilus: Dose su ettolitro:600-700 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Limitare i trattamenti al periodo invernale.
  • Fusicoccum amygdali: Dose su ettolitro:600-700 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Limitare i trattamenti al periodo invernale.
  • Monilia fructigena: Dose su ettolitro:600-700 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Limitare i trattamenti al periodo invernale.
  • Monilinia e Monilia laxa e fructigena: Dose su ettolitro:600-700 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Limitare i trattamenti al periodo invernale.
  • Monilinia laxa: Dose su ettolitro:600-700 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Limitare i trattamenti al periodo invernale.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Bremia lactucae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in serra
Parassiti
  • Bremia lactucae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Alternaria porri f. sp. solani: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Botrytis cinerea: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Colletotrichum coccodes: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie.
  • Pythium spp. - Olpidium brassicae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie.
  • Sclerotinia fuckeliana - B. cinerea: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
Ambito d'impiego: in serra
Parassiti
  • Alternaria porri f. sp. solani: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Botrytis cinerea: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Colletotrichum coccodes: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie.
  • Pythium spp. - Olpidium brassicae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie.
  • Sclerotinia fuckeliana - B. cinerea: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Bremia lactucae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in serra
Parassiti
  • Bremia lactucae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Erwinia amylovora: Dose su ettolitro:250-500 g/hl
    Intervallo di sicurezza: IF
    Note: Effettuare trattamenti autunno invernali alla dose di 500 g/hl e trattamenti primaverili 250-300 g/hl. Sospendere i trattamenti all'inizio della fioritura.
  • Monilia fructigena: Dose su ettolitro:250-500 g/hl
    Intervallo di sicurezza: IF
    Note: Effettuare trattamenti autunno invernali alla dose di 500 g/hl e trattamenti primaverili 250-300 g/hl. Sospendere i trattamenti all'inizio della fioritura.
  • Monilinia e Monilia laxa e fructigena: Dose su ettolitro:250-500 g/hl
    Intervallo di sicurezza: IF
    Note: Effettuare trattamenti autunno invernali alla dose di 500 g/hl e trattamenti primaverili 250-300 g/hl. Sospendere i trattamenti all'inizio della fioritura.
  • Monilinia laxa: Dose su ettolitro:250-500 g/hl
    Intervallo di sicurezza: IF
    Note: Effettuare trattamenti autunno invernali alla dose di 500 g/hl e trattamenti primaverili 250-300 g/hl. Sospendere i trattamenti all'inizio della fioritura.
  • Nectria galligena: Dose su ettolitro:250-500 g/hl
    Intervallo di sicurezza: IF
    Note: Effettuare trattamenti autunno invernali alla dose di 500 g/hl e trattamenti primaverili 250-300 g/hl. Sospendere i trattamenti all'inizio della fioritura.
  • Nectria galligena - Cylindrocarpon mali: Dose su ettolitro:250-500 g/hl
    Intervallo di sicurezza: IF
    Note: Effettuare trattamenti autunno invernali alla dose di 500 g/hl e trattamenti primaverili 250-300 g/hl. Sospendere i trattamenti all'inizio della fioritura.
  • Phytophthora cactorum: Dose su ettolitro:450-500 g/hl
    Intervallo di sicurezza: IF
    Note: Localizzare i trattamenti al colletto delle piante, distribuendo 10-15 l di sospensione per pianta. Sospendere i trattamenti all'inizio della fioritura.
  • Phytophthora citrophthora - Ph. spp: Dose su ettolitro:450-500 g/hl
    Intervallo di sicurezza: IF
    Note: Localizzare i trattamenti al colletto delle piante, distribuendo 10-15 l di sospensione per pianta. Sospendere i trattamenti all'inizio della fioritura.
  • Venturia inaequalis - F. dendriticum: Dose su ettolitro:250-500 g/hl
    Intervallo di sicurezza: IF
    Note: Effettuare trattamenti autunno invernali alla dose di 500 g/hl e trattamenti primaverili 250-300 g/hl. Sospendere i trattamenti all'inizio della fioritura.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Botrytis cinerea: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie. Dose massima 2,7 kg/Ha pari a 0,87 kg/Ha di sostanza attiva. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Erwinia carotovora: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie. Dose massima 2,7 kg/Ha pari a 0,87 kg/Ha di sostanza attiva. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Erwinia carotovora subsp carotovora: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie. Dose massima 2,7 kg/Ha pari a 0,87 kg/Ha di sostanza attiva. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Pseudomonas syringae pv. Lachrymans: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie. Dose massima 2,7 kg/Ha pari a 0,87 kg/Ha di sostanza attiva. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Pseudoperonospora cubensis: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie. Dose massima 2,7 kg/Ha pari a 0,87 kg/Ha di sostanza attiva.
  • Sclerotinia fuckeliana - B. cinerea: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie. Dose massima 2,7 kg/Ha pari a 0,87 kg/Ha di sostanza attiva. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
Ambito d'impiego: in serra
Parassiti
  • Botrytis cinerea: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie. Dose massima 2,7 kg/Ha pari a 0,87 kg/Ha di sostanza attiva. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Erwinia carotovora: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie. Dose massima 2,7 kg/Ha pari a 0,87 kg/Ha di sostanza attiva. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Erwinia carotovora subsp carotovora: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie. Dose massima 2,7 kg/Ha pari a 0,87 kg/Ha di sostanza attiva. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Pseudomonas syringae pv. Lachrymans: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie. Dose massima 2,7 kg/Ha pari a 0,87 kg/Ha di sostanza attiva. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Pseudoperonospora cubensis: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie. Dose massima 2,7 kg/Ha pari a 0,87 kg/Ha di sostanza attiva.
  • Sclerotinia fuckeliana - B. cinerea: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie. Dose massima 2,7 kg/Ha pari a 0,87 kg/Ha di sostanza attiva. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Bremia lactucae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in serra
Parassiti
  • Bremia lactucae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Bremia lactucae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in serra
Parassiti
  • Bremia lactucae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Nectria ditissima: Dose su ettolitro:250-500 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Effettuare trattamenti autunno-invernali alla dose di 500 g/hl, trattamenti primaverili-estivi alla dose di 250-300 g/hl.
  • Pseudomonas avellanae: Dose su ettolitro:250-500 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Effettuare trattamenti autunno-invernali alla dose di 500 g/hl, trattamenti primaverili-estivi alla dose di 250-300 g/hl.
  • Pseudomonas syringae pv. avellanae: Dose su ettolitro:250-500 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Effettuare trattamenti autunno-invernali alla dose di 500 g/hl, trattamenti primaverili-estivi alla dose di 250-300 g/hl.
  • Xanthomonas corylina: Dose su ettolitro:250-500 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Effettuare trattamenti autunno-invernali alla dose di 500 g/hl, trattamenti primaverili-estivi alla dose di 250-300 g/hl.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Cytospora juglandina: Dose su ettolitro:250-500 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Effettuare trattamenti autunno-invernali alla dose di 500 g/hl, trattamenti primaverili-estivi alla dose di 250-300 g/hl.
  • Diplodia juglandis: Dose su ettolitro:250-500 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Effettuare trattamenti autunno-invernali alla dose di 500 g/hl, trattamenti primaverili-estivi alla dose di 250-300 g/hl.
  • Erwinia nigrifluens: Dose su ettolitro:250-500 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Effettuare trattamenti autunno-invernali alla dose di 500 g/hl, trattamenti primaverili-estivi alla dose di 250-300 g/hl.
  • Gnomonia e Marssonina juglandis: Dose su ettolitro:250-500 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Effettuare trattamenti autunno-invernali alla dose di 500 g/hl, trattamenti primaverili-estivi alla dose di 250-300 g/hl.
  • Phomopsis juglandina: Dose su ettolitro:250-500 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Effettuare trattamenti autunno-invernali alla dose di 500 g/hl, trattamenti primaverili-estivi alla dose di 250-300 g/hl.
  • Xanthomonas corylina: Dose su ettolitro:250-500 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Effettuare trattamenti autunno-invernali alla dose di 500 g/hl, trattamenti primaverili-estivi alla dose di 250-300 g/hl.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Capnodium elaeophilum ed altri: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire nei periodi più favorevoli alla malattia.
  • Colletotrichum gloeosporioides (Lebbra delle olive): Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire nei periodi più favorevoli alla malattia.
  • Mycocentrospora cladosporioides: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire nei periodi più favorevoli alla malattia.
  • Pseudomonas savastanoi: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire nei periodi più favorevoli alla malattia.
  • Spilocaea oleaginea: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire nei periodi più favorevoli alla malattia.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Bremia lactucae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in serra
Parassiti
  • Bremia lactucae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Antracnosi: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: non necessario
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo delle malattie.
  • Batteriosi: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: non necessario
    Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Peronospore: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: non necessario
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo delle malattie.
  • Ruggini: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: non necessario
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo delle malattie.
  • Ticchiolatura: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: non necessario
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo delle malattie.
Ambito d'impiego: in serra
Parassiti
  • Antracnosi: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: non necessario
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo delle malattie.
  • Batteriosi: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: non necessario
    Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Peronospore: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: non necessario
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo delle malattie.
  • Ruggini: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: non necessario
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo delle malattie.
  • Ticchiolatura: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: non necessario
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo delle malattie.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Bremia lactucae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in serra
Parassiti
  • Bremia lactucae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Alternaria porri f. sp. solani: Dose su ettaro:3 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie.
  • Phytophthora infestans: Dose su ettaro:3 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie.
Ambito d'impiego: in serra
Parassiti
  • Alternaria porri f. sp. solani: Dose su ettaro:3 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie.
  • Phytophthora infestans: Dose su ettaro:3 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Erwinia amylovora: Dose su ettolitro:250-300 g/hl
    Intervallo di sicurezza: IF
    Note: Effettuare trattamenti primaverili e autunnali. Sospendere i trattamenti all'inizio della fioritura.
  • Monilia fructigena: Dose su ettolitro:250-500 g/hl
    Intervallo di sicurezza: IF
    Note: Effettuare trattamenti autunno invernali alla dose di 500 g/hl e trattamenti primaverili 250-300 g/hl. Sospendere i trattamenti all'inizio della fioritura.
  • Monilinia e Monilia laxa e fructigena: Dose su ettolitro:250-500 g/hl
    Intervallo di sicurezza: IF
    Note: Effettuare trattamenti autunno invernali alla dose di 500 g/hl e trattamenti primaverili 250-300 g/hl. Sospendere i trattamenti all'inizio della fioritura.
  • Monilinia laxa: Dose su ettolitro:250-500 g/hl
    Intervallo di sicurezza: IF
    Note: Effettuare trattamenti autunno invernali alla dose di 500 g/hl e trattamenti primaverili 250-300 g/hl. Sospendere i trattamenti all'inizio della fioritura.
  • Mycosphaerella sentina - S. piricola: Dose su ettolitro:250-500 g/hl
    Intervallo di sicurezza: IF
    Note: Effettuare trattamenti autunno invernali alla dose di 500 g/hl e trattamenti primaverili 250-300 g/hl. Sospendere i trattamenti all'inizio della fioritura.
  • Nectria galligena: Dose su ettolitro:250-500 g/hl
    Intervallo di sicurezza: IF
    Note: Effettuare trattamenti autunno invernali alla dose di 500 g/hl e trattamenti primaverili 250-300 g/hl. Sospendere i trattamenti all'inizio della fioritura.
  • Nectria galligena - Cylindrocarpon mali: Dose su ettolitro:250-500 g/hl
    Intervallo di sicurezza: IF
    Note: Effettuare trattamenti autunno invernali alla dose di 500 g/hl e trattamenti primaverili 250-300 g/hl. Sospendere i trattamenti all'inizio della fioritura.
  • Phytophthora cactorum: Dose su ettolitro:450-500 g/hl
    Intervallo di sicurezza: IF
    Note: Localizzare i trattamenti al colletto delle piante distribuendo 10-15 l di sospensione per pianta. Sospendere i trattamenti a inizio fioritura.
  • Phytophthora citrophthora - Ph. spp: Dose su ettolitro:450-500 g/hl
    Intervallo di sicurezza: IF
    Note: Localizzare i trattamenti al colletto delle piante distribuendo 10-15 l di sospensione per pianta. Sospendere i trattamenti a inizio fioritura.
  • Pseudomonas syringae: Dose su ettolitro:250-500 g/hl
    Intervallo di sicurezza: IF
    Note: Effettuare trattamenti autunno invernali alla dose di 500 g/hl e trattamenti primaverili 250-300 g/hl. Sospendere i trattamenti all'inizio della fioritura.
  • Venturia pirina - Fusicladium pirinum: Dose su ettolitro:250-500 g/hl
    Intervallo di sicurezza: IF
    Note: Effettuare trattamenti autunno invernali alla dose di 500 g/hl e trattamenti primaverili 250-300 g/hl. Sospendere i trattamenti all'inizio della fioritura.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Coryneum beijerinckii - Stigmina carpophila - Wilsonomyces carpophilus: Dose su ettolitro:600-700 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Limitare i trattamenti al periodo invernale.
  • Cytospora leucostaoma - Cytospora cincta: Dose su ettolitro:600-700 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Limitare i trattamenti al periodo invernale.
  • Fusicoccum amygdali: Dose su ettolitro:600-700 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Limitare i trattamenti al periodo invernale.
  • Monilia fructigena: Dose su ettolitro:600-700 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Limitare i trattamenti al periodo invernale.
  • Monilinia e Monilia laxa e fructigena: Dose su ettolitro:600-700 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Limitare i trattamenti al periodo invernale.
  • Monilinia laxa: Dose su ettolitro:600-700 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Limitare i trattamenti al periodo invernale.
  • Taphrina deformans: Dose su ettolitro:600-700 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Limitare i trattamenti al periodo invernale.
  • Xanthomonas arboricola pv. Pruni: Dose su ettolitro:500-600 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Intervenire alla caduta foglie. Limitare i trattamenti al periodo invernale.
  • Xanthomonas campestris p.v. pruni: Dose su ettolitro:500-600 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Intervenire alla caduta foglie. Limitare i trattamenti al periodo invernale.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Bremia lactucae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in serra
Parassiti
  • Bremia lactucae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Capnodium citri: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Colletotrichum gloeosporioides: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Deuterophoma tracheiphila: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Diaporthe citri - Phomopsis citri: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Phytophthora citrophthora - Ph. spp: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Pseudomonas syringae: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia. Il prodotto esplica un'azione collaterale nei confronti dell'avversità
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Alternaria alternata: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Alternaria porri f. sp. solani: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Botrytis cinerea: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Cladosporium fulvum: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie.
  • Clavibacter michiganensis subsp. michiganensis: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Phytophthora infestans: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie.
  • Phytophthora nicotianae v. parasitica: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie.
  • Pseudomonas corrugata: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Pseudomonas syringae pv. tomato: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Sclerotinia fuckeliana - B. cinerea: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Septoria lycopersici: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie.
  • Xanthomonas campestris (=vesicatoria) pv. vesicatoria: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in serra
Parassiti
  • Alternaria alternata: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Alternaria porri f. sp. solani: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Botrytis cinerea: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Cladosporium fulvum: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie.
  • Clavibacter michiganensis subsp. michiganensis: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Phytophthora infestans: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie.
  • Phytophthora nicotianae v. parasitica: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie.
  • Pseudomonas corrugata: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Pseudomonas syringae pv. tomato: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Sclerotinia fuckeliana - B. cinerea: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Septoria lycopersici: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie.
  • Xanthomonas campestris (=vesicatoria) pv. vesicatoria: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Batteriosi: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie.
  • Cercospore: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie.
  • Colletothrichum dematium f. sp. spinaciae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie.
  • Peronospora farinosa f. sp. spinaciae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Bremia lactucae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in serra
Parassiti
  • Bremia lactucae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Antracnosi: Dose su ettaro:3-3,5 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo delle malattie.
  • Peronospore: Dose su ettaro:3-3,5 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo delle malattie.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Antracnosi: Dose su ettaro:3-3,5 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo delle malattie.
  • Peronospore: Dose su ettaro:3-3,5 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo delle malattie.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Bremia lactucae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in serra
Parassiti
  • Bremia lactucae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Bremia lactucae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in serra
Parassiti
  • Bremia lactucae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Bremia lactucae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in serra
Parassiti
  • Bremia lactucae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Bremia lactucae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in serra
Parassiti
  • Bremia lactucae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Bremia lactucae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in serra
Parassiti
  • Bremia lactucae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Botrytis cinerea: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Peronospora schleideni: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Pseudomonas fluorescens: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Sclerotinia fuckeliana - B. cinerea: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
Ambito d'impiego: in serra
Parassiti
  • Botrytis cinerea: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Peronospora schleideni: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Pseudomonas fluorescens: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Sclerotinia fuckeliana - B. cinerea: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Cercospora apii: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie.
  • Erwinia carotovora: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Erwinia carotovora subsp carotovora: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Pseudomonas marginata: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Septoria apiicola: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie.
Ambito d'impiego: in serra
Parassiti
  • Cercospora apii: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie.
  • Erwinia carotovora: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Erwinia carotovora subsp carotovora: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Pseudomonas marginata: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Septoria apiicola: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Antracnosi: Dose su ettaro:3-3,5 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo delle malattie.
  • Peronospore: Dose su ettaro:3-3,5 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo delle malattie.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Antracnosi: Dose su ettaro:3-3,5 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo delle malattie.
  • Peronospore: Dose su ettaro:3-3,5 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo delle malattie.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Colletotrichum d. - Glomerella g.: Dose su ettaro:3-3,5 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo delle malattie.
  • Colletotrichum dematium var. truncatum: Dose su ettaro:3-3,5 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo delle malattie.
  • Peronospora manshurica: Dose su ettaro:3-3,5 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo delle malattie.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Batteriosi: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie.
  • Cercospore: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie.
  • Colletothrichum dematium f. sp. spinaciae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie.
  • Peronospora farinosa f. sp. spinaciae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Bremia lactucae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in serra
Parassiti
  • Bremia lactucae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Coryneum beijerinckii - Stigmina carpophila - Wilsonomyces carpophilus: Dose su ettolitro:600-700 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Limitare i trattamenti al periodo invernale.
  • Monilia fructigena: Dose su ettolitro:600-700 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Limitare i trattamenti al periodo invernale.
  • Monilinia e Monilia laxa e fructigena: Dose su ettolitro:600-700 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Limitare i trattamenti al periodo invernale.
  • Monilinia laxa: Dose su ettolitro:600-700 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Limitare i trattamenti al periodo invernale.
  • Taphrina pruni: Dose su ettolitro:600-700 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Limitare i trattamenti al periodo invernale.
  • Xanthomonas campestris p.v. pruni: Dose su ettolitro:500-600 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Intervenire alla caduta foglie. Limitare i trattamenti al periodo invernale.
  • Xanthomonas pruni: Dose su ettolitro:500-600 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Intervenire alla caduta foglie. Limitare i trattamenti al periodo invernale.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Colletothrichum nicotianae: Dose su ettaro:3-3,5 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
  • Peronospora tabacina: Dose su ettaro:3-3,5 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
  • Pseudomonas tabaci: Dose su ettaro:3-3,5 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
Ambito d'impiego: in serra
Parassiti
  • Colletothrichum nicotianae: Dose su ettaro:3-3,5 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
  • Peronospora tabacina: Dose su ettaro:3-3,5 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
  • Pseudomonas tabaci: Dose su ettaro:3-3,5 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Capnodium citri: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Colletotrichum gloeosporioides: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Deuterophoma tracheiphila: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Diaporthe citri - Phomopsis citri: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Phytophthora citrophthora - Ph. spp: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Pseudomonas syringae: Dose su ettolitro:300-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia. Il prodotto esplica un'azione collaterale nei confronti dell'avversità
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Bremia lactucae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in serra
Parassiti
  • Bremia lactucae: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Guignardia bidwellii: Dose su ettolitro:250-450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire preventivamente alla dose di 250-350 g/hl, ripetendo i trattamenti preferibilmente ogni 7-8 giorni. In caso di infezioni particolarmente gravi e con tempo molto piovoso la dose può essere innalzata a 300-450 g/hl. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Phomopsis viticola: Dose su ettolitro:250-450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire preventivamente alla dose di 250-350 g/hl, ripetendo i trattamenti preferibilmente ogni 7-8 giorni. In caso di infezioni particolarmente gravi e con tempo molto piovoso la dose può essere innalzata a 300-450 g/hl. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Plasmopara viticola: Dose su ettolitro:250-450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire preventivamente alla dose di 250-350 g/hl, ripetendo i trattamenti preferibilmente ogni 7-8 giorni. In caso di infezioni particolarmente gravi e con tempo molto piovoso la dose può essere innalzata a 300-450 g/hl.
  • Pseudopeziza tracheiphila: Dose su ettolitro:250-450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire preventivamente alla dose di 250-350 g/hl, ripetendo i trattamenti preferibilmente ogni 7-8 giorni. In caso di infezioni particolarmente gravi e con tempo molto piovoso la dose può essere innalzata a 300-450 g/hl. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Septoria ampelina: Dose su ettolitro:250-450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire preventivamente alla dose di 250-350 g/hl, ripetendo i trattamenti preferibilmente ogni 7-8 giorni. In caso di infezioni particolarmente gravi e con tempo molto piovoso la dose può essere innalzata a 300-450 g/hl. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Botrytis cinerea: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie. Dose massima 2,7 kg/Ha pari a 0,87 kg/Ha di sostanza attiva. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Erwinia carotovora: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie. Dose massima 2,7 kg/Ha pari a 0,87 kg/Ha di sostanza attiva. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Erwinia carotovora subsp carotovora: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie. Dose massima 2,7 kg/Ha pari a 0,87 kg/Ha di sostanza attiva. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Pseudomonas syringae pv. Lachrymans: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie. Dose massima 2,7 kg/Ha pari a 0,87 kg/Ha di sostanza attiva. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Pseudoperonospora cubensis: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie. Dose massima 2,7 kg/Ha pari a 0,87 kg/Ha di sostanza attiva.
  • Sclerotinia fuckeliana - B. cinerea: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie. Dose massima 2,7 kg/Ha pari a 0,87 kg/Ha di sostanza attiva. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
Ambito d'impiego: in serra
Parassiti
  • Botrytis cinerea: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie. Dose massima 2,7 kg/Ha pari a 0,87 kg/Ha di sostanza attiva. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Erwinia carotovora: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie. Dose massima 2,7 kg/Ha pari a 0,87 kg/Ha di sostanza attiva. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Erwinia carotovora subsp carotovora: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie. Dose massima 2,7 kg/Ha pari a 0,87 kg/Ha di sostanza attiva. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Pseudomonas syringae pv. Lachrymans: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie. Dose massima 2,7 kg/Ha pari a 0,87 kg/Ha di sostanza attiva. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Pseudoperonospora cubensis: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie. Dose massima 2,7 kg/Ha pari a 0,87 kg/Ha di sostanza attiva.
  • Sclerotinia fuckeliana - B. cinerea: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie. Dose massima 2,7 kg/Ha pari a 0,87 kg/Ha di sostanza attiva. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Botrytis cinerea: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie. Dose massima 2,7 kg/Ha pari a 0,87 kg/Ha di sostanza attiva. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Erwinia carotovora: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie. Dose massima 2,7 kg/Ha pari a 0,87 kg/Ha di sostanza attiva. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Erwinia carotovora subsp carotovora: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie. Dose massima 2,7 kg/Ha pari a 0,87 kg/Ha di sostanza attiva. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Pseudomonas syringae pv. Lachrymans: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie. Dose massima 2,7 kg/Ha pari a 0,87 kg/Ha di sostanza attiva. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Pseudoperonospora cubensis: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie. Dose massima 2,7 kg/Ha pari a 0,87 kg/Ha di sostanza attiva.
  • Sclerotinia fuckeliana - B. cinerea: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie. Dose massima 2,7 kg/Ha pari a 0,87 kg/Ha di sostanza attiva. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
Ambito d'impiego: in serra
Parassiti
  • Botrytis cinerea: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie. Dose massima 2,7 kg/Ha pari a 0,87 kg/Ha di sostanza attiva. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Erwinia carotovora: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie. Dose massima 2,7 kg/Ha pari a 0,87 kg/Ha di sostanza attiva. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Erwinia carotovora subsp carotovora: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie. Dose massima 2,7 kg/Ha pari a 0,87 kg/Ha di sostanza attiva. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Pseudomonas syringae pv. Lachrymans: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie. Dose massima 2,7 kg/Ha pari a 0,87 kg/Ha di sostanza attiva. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Pseudoperonospora cubensis: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie. Dose massima 2,7 kg/Ha pari a 0,87 kg/Ha di sostanza attiva.
  • Sclerotinia fuckeliana - B. cinerea: Dose su ettolitro:300-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorervoli allo sviluppo delle malattie. Dose massima 2,7 kg/Ha pari a 0,87 kg/Ha di sostanza attiva. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.