Agrofarmaci

fungicidi

AIRONE PIU'

AIRONE PIU' (Reg. n. 12737 del 31/07/2009)

Anticrittogamico rameico.

 = prodotti ammessi in agricoltura biologica

Caratteristiche

Formulazione: granuli idrodispersibili

Classificazione CLP:

  • ATTENZIONE
  • GHS09-A

Numero di registrazione: 12737 (31/07/2009)

Composizione

  • rame - idrossido di rame 14,00%
  • rame - ossicloruro di rame 14,00%

Registrazioni

Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Pseudomonas syringae var. actinidiae: 1,3-1,7 Kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Effettuare i trattamenti alla dose indicata assicurando una corretta ed uniforme bagnatura alla coltura. Impiegare la dose maggiore in condizioni predisponenti lo sviluppo della malattia. Il prodotto può essere usato anche in vegetazione. Non deve essere superato il quantitativo di 6 Kg/ha/anno complessivo di tutti i trattamenti effettuati. Registrazione valida dal 13/04/2017 al 10/08/2017.
  • Phytophthora cactorum: 700-800 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Localizzare i trattamenti al colletto delle piante e distribuendo 10-15 l di sospensione per pianta. Impiegare la dose maggiore in condizioni predisponenti lo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in pieno campo e in serra
Parassiti
  • Pseudomonas fluorescens: 350-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire alla dose indicata iniziando i trattamenti alla comparsa delle condizioni favorevoli alle infezioni (effettuare 2-4 trattamenti secondo necessità). Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Sclerotinia fuckeliana - B. cinerea: 350-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire alla dose indicata iniziando i trattamenti alla comparsa delle condizioni favorevoli alle infezioni (effettuare 2-4 trattamenti secondo necessità). Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Botrytis cinerea: 350-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire alla dose indicata iniziando i trattamenti alla comparsa delle condizioni favorevoli alle infezioni (effettuare 2-4 trattamenti secondo necessità). Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Peronospora destructor: 350-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire alla dose indicata iniziando i trattamenti alla comparsa delle condizioni favorevoli alle infezioni (effettuare 2-4 trattamenti secondo necessità).
  • Peronospora schleideni: 350-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire alla dose indicata iniziando i trattamenti alla comparsa delle condizioni favorevoli alle infezioni (effettuare 2-4 trattamenti secondo necessità).
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Pseudomonas syringae: 700-900 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Effettuare dei trattamenti autunno-invernali (1-3 trattamenti). Sono consentiti solo trattamenti invernali.
  • Xanthomonas campestris p.v. pruni: 700-900 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Effettuare dei trattamenti autunno-invernali (1-3 trattamenti). Sono consentiti solo trattamenti invernali.
  • Fusicoccum amygdali: 700-900 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Effettuare dei trattamenti autunno-invernali (1-3 trattamenti). Sono consentiti solo trattamenti invernali.
  • Coryneum beijerinckii: 700-900 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Localizzare i trattamenti al colletto delle piante e distribuendo 10-15 l di sospensione per pianta. Sono consentiti solo trattamenti invernali.
  • Xanthomonas pruni: 700-900 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Effettuare dei trattamenti autunno-invernali (1-3 trattamenti). Sono consentiti solo trattamenti invernali.
  • Monilia fructigena: 700-900 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Effettuare dei trattamenti autunno-invernali (1-3 trattamenti). Sono consentiti solo trattamenti invernali.
  • Phytophthora cactorum: 600-700 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Localizzare i trattamenti al colletto delle piante e distribuendo 10-15 l di sospensione per pianta. Sono consentiti solo trattamenti invernali.
  • Phytophthora citrophthora - Ph. spp: 600-700 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Localizzare i trattamenti al colletto delle piante e distribuendo 10-15 l di sospensione per pianta. Sono consentiti solo trattamenti invernali.
  • Monilinia e Monilia laxa e fructigena: 700-900 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Effettuare dei trattamenti autunno-invernali (1-3 trattamenti). Sono consentiti solo trattamenti invernali.
  • Monilinia laxa: 700-900 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Effettuare dei trattamenti autunno-invernali (1-3 trattamenti). Sono consentiti solo trattamenti invernali.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Ascochyta arachidis: 3,5-4 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si verificano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Mycosphaerella berkeleyi: 3,5-4 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si verificano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Colletotrichum gloeosporioides (Antracnosi degli agrumi): 350-450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire 1-4 volte quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Botryosphaeria ribis - Dothiorella ribis: 350-450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire 1-4 volte quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Capnodium citri: 350-450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire 1-4 volte quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Deuterophoma tracheiphila: 350-450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire 1-4 volte quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Phytophthora cactorum: 350-450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire 1-4 volte quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Phytophthora citrophthora - Ph. spp: 350-450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire 1-4 volte quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Pseudomonas syringae pv. tomato: 350-450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire 1-4 volte quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Cercospora beticola: 3,5-4 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire alla dose indicata iniziando gli interventi quando le condizioni sono favorevoli alla malattie e ripetendoli secondo necessità (di norma si effettuano 2-3 trattamenti indicativamente ogni 20 giorni).
  • Peronospora schachtii: 3,5-4 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire alla dose indicata iniziando gli interventi quando le condizioni sono favorevoli alla malattie e ripetendoli secondo necessità (di norma si effettuano 2-3 trattamenti indicativamente ogni 20 giorni).
  • Uromyces betae: 3,5-4 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire alla dose indicata iniziando gli interventi quando le condizioni sono favorevoli alla malattie e ripetendoli secondo necessità (di norma si effettuano 2-3 trattamenti indicativamente ogni 20 giorni).
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Colletotrichum gloeosporioides (Antracnosi degli agrumi): 350-450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire 1-4 volte quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Botryosphaeria ribis - Dothiorella ribis: 350-450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire 1-4 volte quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Capnodium citri: 350-450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire 1-4 volte quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Deuterophoma tracheiphila: 350-450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire 1-4 volte quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Phytophthora citrophthora - Ph. spp: 350-450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire 1-4 volte quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Pseudomonas syringae pv. tomato: 350-450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire 1-4 volte quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Antracnosi: 3,5-4 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Pseudoperonospora (= Peroplasmopara) cannabina: 3,5-4 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in pieno campo e in serra
Parassiti
  • Erwinia carotovora: 350-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire alla dose indicata iniziando i trattamenti alla comparsa delle condizioni favorevoli alle infezioni (effettuare 2-4 trattamenti secondo necessità). Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Erwinia carotovora subsp carotovora: 350-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire alla dose indicata iniziando i trattamenti alla comparsa delle condizioni favorevoli alle infezioni (effettuare 2-4 trattamenti secondo necessità). Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Bremia lactucae: 350-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire alla dose indicata iniziando i trattamenti alla comparsa delle condizioni favorevoli alle infezioni (effettuare 2-4 trattamenti secondo necessità).
Ambito d'impiego: in pieno campo e in serra
Parassiti
  • Erwinia carotovora: 350-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 7 gg
    Note: Intervenire alla dose indicata iniziando i trattamenti alla comparsa delle condizioni favorevoli alle infezioni (effettuare 2-4 trattamenti secondo necessità). Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Erwinia carotovora subsp carotovora: 350-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 7 gg
    Note: Intervenire alla dose indicata iniziando i trattamenti alla comparsa delle condizioni favorevoli alle infezioni (effettuare 2-4 trattamenti secondo necessità). Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Bremia lactucae: 350-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 7 gg
    Note: Intervenire alla dose indicata iniziando i trattamenti alla comparsa delle condizioni favorevoli alle infezioni (effettuare 2-4 trattamenti secondo necessità).
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Antracnosi: 3,5-4 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Peronospore: 3,5-4 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in pieno campo e in serra
Parassiti
  • Alternaria brassicae: 350-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire alla dose indicata iniziando i trattamenti alla comparsa delle condizioni favorevoli alle infezioni (effettuare 2-4 trattamenti secondo necessità). Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Erwinia carotovora subsp carotovora: 350-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire alla dose indicata iniziando i trattamenti alla comparsa delle condizioni favorevoli alle infezioni (effettuare 2-4 trattamenti secondo necessità).
  • Xanthomonas campestris: 350-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire alla dose indicata iniziando i trattamenti alla comparsa delle condizioni favorevoli alle infezioni (effettuare 2-4 trattamenti secondo necessità).
  • Mycosphaerella brassicicola: 350-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire alla dose indicata iniziando i trattamenti alla comparsa delle condizioni favorevoli alle infezioni (effettuare 2-4 trattamenti secondo necessità).
  • Sclerotinia fuckeliana - B. cinerea: 350-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire alla dose indicata iniziando i trattamenti alla comparsa delle condizioni favorevoli alle infezioni (effettuare 2-4 trattamenti secondo necessità). Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Botrytis cinerea: 350-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire alla dose indicata iniziando i trattamenti alla comparsa delle condizioni favorevoli alle infezioni (effettuare 2-4 trattamenti secondo necessità). Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Peronospora parasitica: 350-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire alla dose indicata iniziando i trattamenti alla comparsa delle condizioni favorevoli alle infezioni (effettuare 2-4 trattamenti secondo necessità).
  • Puccinia horiana: 350-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire alla dose indicata iniziando i trattamenti alla comparsa delle condizioni favorevoli alle infezioni (effettuare 2-4 trattamenti secondo necessità).
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Colletotrichum gloeosporioides (Antracnosi degli agrumi): 350-450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire 1-4 volte quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Botryosphaeria ribis - Dothiorella ribis: 350-450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire 1-4 volte quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Capnodium citri: 350-450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire 1-4 volte quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Deuterophoma tracheiphila: 350-450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire 1-4 volte quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Phytophthora citrophthora - Ph. spp: 350-450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire 1-4 volte quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Pseudomonas syringae pv. tomato: 350-450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire 1-4 volte quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in pieno campo e in serra
Parassiti
  • Pseudomonas lacrimans: 350-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire alla dose indicata iniziando i trattamenti alla comparsa delle condizioni favorevoli alle infezioni (effettuare 2-4 trattamenti secondo necessità).
  • Erwinia carotovora: 350-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire alla dose indicata iniziando i trattamenti alla comparsa delle condizioni favorevoli alle infezioni (effettuare 2-4 trattamenti secondo necessità). Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Erwinia carotovora subsp carotovora: 350-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire alla dose indicata iniziando i trattamenti alla comparsa delle condizioni favorevoli alle infezioni (effettuare 2-4 trattamenti secondo necessità). Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Sclerotinia fuckeliana - B. cinerea: 350-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire alla dose indicata iniziando i trattamenti alla comparsa delle condizioni favorevoli alle infezioni (effettuare 2-4 trattamenti secondo necessità). Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Botrytis cinerea: 350-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire alla dose indicata iniziando i trattamenti alla comparsa delle condizioni favorevoli alle infezioni (effettuare 2-4 trattamenti secondo necessità). Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Pseudoperonospora cubensis: 350-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire alla dose indicata iniziando i trattamenti alla comparsa delle condizioni favorevoli alle infezioni (effettuare 2-4 trattamenti secondo necessità).
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Colletotrichum gloeosporioides (Antracnosi degli agrumi): 350-450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire 1-4 volte quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Botryosphaeria ribis - Dothiorella ribis: 350-450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire 1-4 volte quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Capnodium citri: 350-450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire 1-4 volte quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Deuterophoma tracheiphila: 350-450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire 1-4 volte quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Phytophthora citrophthora - Ph. spp: 350-450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire 1-4 volte quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Pseudomonas syringae pv. tomato: 350-450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire 1-4 volte quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Pseudomonas syringae: 700-900 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Effettuare dei trattamenti autunno-invernali (1-3 trattamenti). Sono consentiti solo trattamenti invernali.
  • Pseudomonas mors prunorum: 700-900 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Effettuare dei trattamenti autunno-invernali (1-3 trattamenti). Sono consentiti solo trattamenti invernali.
  • Coryneum beijerinckii: 700-900 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Localizzare i trattamenti al colletto delle piante e distribuendo 10-15 l di sospensione per pianta. Sono consentiti solo trattamenti invernali.
  • Monilia fructigena: 700-900 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Effettuare dei trattamenti autunno-invernali (1-3 trattamenti). Sono consentiti solo trattamenti invernali.
  • Phytophthora cactorum: 600-700 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Localizzare i trattamenti al colletto delle piante distribuendo 10-15 l di sospensione per pianta. Limitare i trattamenti al periodo invernale.
  • Phytophthora citrophthora - Ph. spp: 600-700 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Localizzare i trattamenti al colletto delle piante distribuendo 10-15 l di sospensione per pianta. Limitare i trattamenti al periodo invernale.
  • Monilinia e Monilia laxa e fructigena: 700-900 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Effettuare dei trattamenti autunno-invernali (1-3 trattamenti). Sono consentiti solo trattamenti invernali.
  • Monilinia laxa: 700-900 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Effettuare dei trattamenti autunno-invernali (1-3 trattamenti). Sono consentiti solo trattamenti invernali.
  • Taphrina cerasi: 700-900 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Effettuare dei trattamenti autunno-invernali (1-3 trattamenti). Sono consentiti solo trattamenti invernali.
Ambito d'impiego: in pieno campo e in serra
Parassiti
  • Pseudomonas fluorescens: 350-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire alla dose indicata iniziando i trattamenti alla comparsa delle condizioni favorevoli alle infezioni (effettuare 2-4 trattamenti secondo necessità). Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Sclerotinia fuckeliana - B. cinerea: 350-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire alla dose indicata iniziando i trattamenti alla comparsa delle condizioni favorevoli alle infezioni (effettuare 2-4 trattamenti secondo necessità). Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Botrytis cinerea: 350-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire alla dose indicata iniziando i trattamenti alla comparsa delle condizioni favorevoli alle infezioni (effettuare 2-4 trattamenti secondo necessità). Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Peronospora destructor: 350-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire alla dose indicata iniziando i trattamenti alla comparsa delle condizioni favorevoli alle infezioni (effettuare 2-4 trattamenti secondo necessità).
  • Peronospora schleideni: 350-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire alla dose indicata iniziando i trattamenti alla comparsa delle condizioni favorevoli alle infezioni (effettuare 2-4 trattamenti secondo necessità).
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Coryneum cardinale: 900-1400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: non previsto
    Note: Intervenire alla dose indicata quando le condizioni sono favorevoli alle malattie e ripetendoli secondo necessità (3 trattamenti ogni 25-30 giorni in primavera e 1-2 trattamenti in autunno).
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Colletotrichum gloeosporioides (Antracnosi degli agrumi): 350-450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire 1-4 volte quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Botryosphaeria ribis - Dothiorella ribis: 350-450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire 1-4 volte quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Capnodium citri: 350-450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire 1-4 volte quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Deuterophoma tracheiphila: 350-450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire 1-4 volte quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Phytophthora citrophthora - Ph. spp: 350-450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire 1-4 volte quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Pseudomonas syringae pv. tomato: 350-450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire 1-4 volte quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Alternaria brassicae: 3,5-4 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Peronospora parasitica: 3,5-4 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Monilia fructigena: 250-610 g/hl
    Intervallo di sicurezza: IF
    Note: Interrompere i trattamenti ad inizio della fioritura, effettuare trattamenti autunno invernali alla dose di 510-610 g/hl (2-3 trattamenti dopo la caduta foglie e in pre-fioritura) dosi massime pari a 2,6 Kg s.a./Ha. Trattamenti primaverili con la dose di 250-350 g/hl, in funzione delle condizioni climatiche (piogge, temperature, bagnature), della pressione infettiva e dello sviluppo vegetativo della coltura.
  • Phytophthora cactorum: 700-800 g/hl
    Intervallo di sicurezza: IF
    Note: Localizzare i trattamenti al colletto della piante distribuendo 10-15 l di sospensione per pianta.
  • Phytophthora citrophthora - Ph. spp: 700-800 g/hl
    Intervallo di sicurezza: IF
    Note: Localizzare i trattamenti al colletto della piante distribuendo 10-15 l di sospensione per pianta.
  • Monilinia e Monilia laxa e fructigena: 250-610 g/hl
    Intervallo di sicurezza: IF
    Note: Interrompere i trattamenti ad inizio della fioritura, effettuare trattamenti autunno invernali alla dose di 510-610 g/hl (2-3 trattamenti dopo la caduta foglie e in pre-fioritura) dosi massime pari a 2,6 Kg s.a./Ha. Trattamenti primaverili con la dose di 250-350 g/hl, in funzione delle condizioni climatiche (piogge, temperature, bagnature), della pressione infettiva e dello sviluppo vegetativo della coltura.
  • Monilinia laxa: 250-610 g/hl
    Intervallo di sicurezza: IF
    Note: Interrompere i trattamenti ad inizio della fioritura, effettuare trattamenti autunno invernali alla dose di 510-610 g/hl (2-3 trattamenti dopo la caduta foglie e in pre-fioritura) dosi massime pari a 2,6 Kg s.a./Ha. Trattamenti primaverili con la dose di 250-350 g/hl, in funzione delle condizioni climatiche (piogge, temperature, bagnature), della pressione infettiva e dello sviluppo vegetativo della coltura.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Antracnosi: 3,5-4 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Peronospore: 3,5-4 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Phomopsis cinerascens: 450-600 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Effettuare dei trattamenti autunno-invernali alla dose di 600 g/hl; trattamenti primaverili-estivi alla dose di 450-550 g/hl.
Ambito d'impiego: in pieno campo e in serra
Parassiti
  • Erwinia carotovora: 350-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 7 gg
    Note: Intervenire alla dose indicata iniziando i trattamenti alla comparsa delle condizioni favorevoli alle infezioni (effettuare 2-4 trattamenti secondo necessità). Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Erwinia carotovora subsp carotovora: 350-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 7 gg
    Note: Intervenire alla dose indicata iniziando i trattamenti alla comparsa delle condizioni favorevoli alle infezioni (effettuare 2-4 trattamenti secondo necessità). Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
Ambito d'impiego: in pieno campo e in serra
Parassiti
  • Antracnosi: 450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: non previsto
    Note: Iniziando gli interventi quando le condizioni sono favorevoli alle malattie e ripetendoli secondo necessità (in media si effettuano 2-6 trattamenti ogni 7-10 giorni).
  • Batteriosi: 450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: non previsto
    Note: Iniziando gli interventi quando le condizioni sono favorevoli alle malattie e ripetendoli secondo necessità (in media si effettuano 2-6 trattamenti ogni 7-10 giorni).
  • Cercospore: 450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: non previsto
    Note: Iniziando gli interventi quando le condizioni sono favorevoli alle malattie e ripetendoli secondo necessità (in media si effettuano 2-6 trattamenti ogni 7-10 giorni).
  • Peronospore: 450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: non previsto
    Note: Iniziando gli interventi quando le condizioni sono favorevoli alle malattie e ripetendoli secondo necessità (in media si effettuano 2-6 trattamenti ogni 7-10 giorni).
  • Ruggini: 450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: non previsto
    Note: Iniziando gli interventi quando le condizioni sono favorevoli alle malattie e ripetendoli secondo necessità (in media si effettuano 2-6 trattamenti ogni 7-10 giorni).
Ambito d'impiego: in pieno campo e in serra
Parassiti
  • Xanthomonas fragariae: 350-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Effettuare trattamenti autunnali, invernali e alla ripresa vegetativa alla dose di 350-400 g/hl (effettuare 2-4 trattamenti).
  • Phytophthora cactorum: 350-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Effettuare trattamenti autunnali, invernali e alla ripresa vegetativa alla dose di 350-400 g/hl (effettuare 2-4 trattamenti).
  • Mycosphaerella fragariae: 350-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Effettuare trattamenti autunnali, invernali e alla ripresa vegetativa alla dose di 350-400 g/hl (effettuare 2-4 trattamenti).
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Gnomonia leptostyla: 450-600 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Effettuare dei trattamenti autunno-invernali alla dose di 600 g/hl; trattamenti primaverili-estivi alla dose di 450-550 g/hl.
  • Xanthomonas corylina: 450-600 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Effettuare dei trattamenti autunno-invernali alla dose di 600 g/hl; trattamenti primaverili-estivi alla dose di 450-550 g/hl.
  • Pseudomonas syringae: 450-600 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Effettuare dei trattamenti autunno-invernali alla dose di 600 g/hl; trattamenti primaverili-estivi alla dose di 450-550 g/hl.
  • Pseudomonas avellanae: 450-600 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Effettuare dei trattamenti autunno-invernali alla dose di 600 g/hl; trattamenti primaverili-estivi alla dose di 450-550 g/hl.
  • Erwinia nigrifluens: 450-600 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Effettuare dei trattamenti autunno-invernali alla dose di 600 g/hl; trattamenti primaverili-estivi alla dose di 450-550 g/hl.
  • Cryphonectria parasitica: 450-600 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Effettuare dei trattamenti autunno-invernali alla dose di 600 g/hl; trattamenti primaverili-estivi alla dose di 450-550 g/hl.
  • Cytospora terebenthi: 450-600 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Effettuare dei trattamenti autunno-invernali alla dose di 600 g/hl; trattamenti primaverili-estivi alla dose di 450-550 g/hl.
  • Cytospora juglandina: 450-600 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Effettuare dei trattamenti autunno-invernali alla dose di 600 g/hl; trattamenti primaverili-estivi alla dose di 450-550 g/hl.
  • Phomopsis juglandina: 450-600 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Effettuare dei trattamenti autunno-invernali alla dose di 600 g/hl; trattamenti primaverili-estivi alla dose di 450-550 g/hl.
  • Mycosphaerella maculiformis: 450-600 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Effettuare dei trattamenti autunno-invernali alla dose di 600 g/hl; trattamenti primaverili-estivi alla dose di 450-550 g/hl.
  • Phytophthora cambivora: 450-600 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Effettuare dei trattamenti autunno-invernali alla dose di 600 g/hl; trattamenti primaverili-estivi alla dose di 450-550 g/hl.
  • Xanthomonas jungladis: 450-600 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Effettuare dei trattamenti autunno-invernali alla dose di 600 g/hl; trattamenti primaverili-estivi alla dose di 450-550 g/hl.
  • Pseudomonas syringae pv. avellanae: 450-600 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Effettuare dei trattamenti autunno-invernali alla dose di 600 g/hl; trattamenti primaverili-estivi alla dose di 450-550 g/hl.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Antracnosi: 3,5-4 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Plasmopara helianthi (=Plasmopara halstedii): 3,5-4 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Colletotrichum gloeosporioides (Antracnosi degli agrumi): 350-450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire 1-4 volte quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Botryosphaeria ribis - Dothiorella ribis: 350-450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire 1-4 volte quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Capnodium citri: 350-450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire 1-4 volte quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Deuterophoma tracheiphila: 350-450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire 1-4 volte quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Phytophthora citrophthora - Ph. spp: 350-450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire 1-4 volte quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Pseudomonas syringae pv. tomato: 350-450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire 1-4 volte quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Colletotrichum gloeosporioides (Antracnosi degli agrumi): 350-450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire 1-4 volte quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Botryosphaeria ribis - Dothiorella ribis: 350-450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire 1-4 volte quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Capnodium citri: 350-450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire 1-4 volte quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Deuterophoma tracheiphila: 350-450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire 1-4 volte quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Phytophthora citrophthora - Ph. spp: 350-450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire 1-4 volte quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Pseudomonas syringae pv. tomato: 350-450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire 1-4 volte quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Antracnosi: 3,5-4 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Peronospore: 3,5-4 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Phomopsis diospyri: 450-600 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Effettuare dei trattamenti autunno-invernali alla dose di 600 g/hl; trattamenti primaverili-estivi alla dose di 450-550 g/hl.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Colletotrichum gloeosporioides (Antracnosi degli agrumi): 350-450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire 1-4 volte quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Botryosphaeria ribis - Dothiorella ribis: 350-450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire 1-4 volte quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Capnodium citri: 350-450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire 1-4 volte quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Deuterophoma tracheiphila: 350-450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire 1-4 volte quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Phytophthora citrophthora - Ph. spp: 350-450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire 1-4 volte quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Pseudomonas syringae pv. tomato: 350-450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire 1-4 volte quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Fusicoccum amygdali: 700-900 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Effettuare dei trattamenti autunno-invernali (1-3 trattamenti). Sono consentiti solo trattamenti invernali.
  • Coryneum beijerinckii: 700-900 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Effettuare dei trattamenti autunno-invernali (1-3 trattamenti). Sono consentiti solo trattamenti invernali.
  • Monilia fructigena: 700-900 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Effettuare dei trattamenti autunno-invernali (1-3 trattamenti). Sono consentiti solo trattamenti invernali.
  • Phytophthora cactorum: 600-700 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Localizzare i trattamenti al colletto delle piante e distribuendo 10-15 di sospensione per pianta. Sono consentiti solo trattamenti invernali.
  • Phytophthora citrophthora - Ph. spp: 600-700 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Localizzare i trattamenti al colletto delle piante e distribuendo 10-15 di sospensione per pianta. Sono consentiti solo trattamenti invernali.
  • Monilinia e Monilia laxa e fructigena: 700-900 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Effettuare dei trattamenti autunno-invernali (1-3 trattamenti). Sono consentiti solo trattamenti invernali.
  • Monilinia laxa: 700-900 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Effettuare dei trattamenti autunno-invernali (1-3 trattamenti). Sono consentiti solo trattamenti invernali.
  • Agrobacterium tumefaciens: 700-900 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Effettuare dei trattamenti autunno-invernali (1-3 trattamenti). Sono consentiti solo trattamenti invernali.
Ambito d'impiego: in pieno campo e in serra
Parassiti
  • Alternaria porri f. sp. solani: 350-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire alla dose indicata iniziando i trattamenti alla comparsa delle condizioni favorevoli alle infezioni (effettuare 2-4 trattamenti secondo necessità). Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Pythium spp. - Olpidium brassicae: 350-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire alla dose indicata iniziando i trattamenti alla comparsa delle condizioni favorevoli alle infezioni (effettuare 2-4 trattamenti secondo necessità).
  • Sclerotinia fuckeliana - B. cinerea: 350-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire alla dose indicata iniziando i trattamenti alla comparsa delle condizioni favorevoli alle infezioni (effettuare 2-4 trattamenti secondo necessità). Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Botrytis cinerea: 350-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire alla dose indicata iniziando i trattamenti alla comparsa delle condizioni favorevoli alle infezioni (effettuare 2-4 trattamenti secondo necessità). Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Colletotrichum coccodes: 350-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire alla dose indicata iniziando i trattamenti alla comparsa delle condizioni favorevoli alle infezioni (effettuare 2-4 trattamenti secondo necessità).
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Nectria galligena - Cylindrocarpon mali: 220-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: IF
    Note: Interrompere i trattamenti ad inizio della fioritura, effettuare trattamenti autunno invernali alla dose di 220-250 g/hl (2-3 trattamenti dopo la caduta foglie e in pre-fioritura) dosi massime pari a 2,6 Kg s.a./Ha. Trattamenti primaverili con la dose di 250-350 g/hl, in funzione delle condizioni climatiche (piogge, temperature, bagnature), della pressione infettiva e dello sviluppo vegetativo della coltura.
  • Erwinia amylovora: 250-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: IF
    Note: Effettuare trattamenti primaverili ed autunnali
  • Monilia fructigena: 250-610 g/hl
    Intervallo di sicurezza: IF
    Note: Interrompere i trattamenti ad inizio della fioritura, effettuare trattamenti autunno invernali alla dose di 510-610 g/hl (2-3 trattamenti dopo la caduta foglie e in pre-fioritura) dosi massime pari a 2,6 Kg s.a./Ha. Trattamenti primaverili con la dose di 250-350 g/hl, in funzione delle condizioni climatiche (piogge, temperature, bagnature), della pressione infettiva e dello sviluppo vegetativo della coltura.
  • Phytophthora cactorum: 700-800 g/hl
    Intervallo di sicurezza: IF
    Note: Localizzare i trattamenti al colletto della piante distribuendo 10-15 l di sospensione per pianta.
  • Phytophthora citrophthora - Ph. spp: 700-800 g/hl
    Intervallo di sicurezza: IF
    Note: Localizzare i trattamenti al colletto della piante distribuendo 10-15 l di sospensione per pianta.
  • Monilinia e Monilia laxa e fructigena: 250-610 g/hl
    Intervallo di sicurezza: IF
    Note: Interrompere i trattamenti ad inizio della fioritura, effettuare trattamenti autunno invernali alla dose di 510-610 g/hl (2-3 trattamenti dopo la caduta foglie e in pre-fioritura) dosi massime pari a 2,6 Kg s.a./Ha. Trattamenti primaverili con la dose di 250-350 g/hl, in funzione delle condizioni climatiche (piogge, temperature, bagnature), della pressione infettiva e dello sviluppo vegetativo della coltura.
  • Monilinia laxa: 250-610 g/hl
    Intervallo di sicurezza: IF
    Note: Interrompere i trattamenti ad inizio della fioritura, effettuare trattamenti autunno invernali alla dose di 510-610 g/hl (2-3 trattamenti dopo la caduta foglie e in pre-fioritura) dosi massime pari a 2,6 Kg s.a./Ha. Trattamenti primaverili con la dose di 250-350 g/hl, in funzione delle condizioni climatiche (piogge, temperature, bagnature), della pressione infettiva e dello sviluppo vegetativo della coltura.
  • Necrtria galligena - Cylindrocarpon mali: 220-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: IF
    Note: Interrompere i trattamenti ad inizio della fioritura, effettuare trattamenti autunno invernali alla dose di 220-250 g/hl (2-3 trattamenti dopo la caduta foglie e in pre-fioritura) dosi massime pari a 2,6 Kg s.a./Ha. Trattamenti primaverili con la dose di 250-350 g/hl, in funzione delle condizioni climatiche (piogge, temperature, bagnature), della pressione infettiva e dello sviluppo vegetativo della coltura.
  • Venturia inaequalis - F. dendriticum: 250-610 g/hl
    Intervallo di sicurezza: IF
    Note: Interrompere i trattamenti ad inizio della fioritura, effettuare trattamenti autunno invernali alla dose di 510-610 g/hl (2-3 trattamenti dopo la caduta foglie e in pre-fioritura) dosi massime pari a 2,6 Kg s.a./Ha. Trattamenti primaverili con la dose di 250-350 g/hl, in funzione delle condizioni climatiche (piogge, temperature, bagnature), della pressione infettiva e dello sviluppo vegetativo della coltura.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Sphaceloma (=Gloeosporium) punicae: 450-600 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Effettuare dei trattamenti autunno-invernali alla dose di 600 g/hl; trattamenti primaverili-estivi alla dose di 450-550 g/hl.
  • Botryosphaeria sp.: 450-600 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Effettuare dei trattamenti autunno-invernali alla dose di 600 g/hl; trattamenti primaverili-estivi alla dose di 450-550 g/hl.
Ambito d'impiego: in pieno campo e in serra
Parassiti
  • Pseudomonas lacrimans: 3,1 Kg/ha|350-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire alla dose indicata iniziando i trattamenti alla comparsa delle condizioni favorevoli alle infezioni (effettuare 2-4 trattamenti secondo necessità). Dose massima 3,1 kg/Ha.
  • Erwinia carotovora: 3,1 Kg/ha|350-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire alla dose indicata iniziando i trattamenti alla comparsa delle condizioni favorevoli alle infezioni (effettuare 2-4 trattamenti secondo necessità). Dose massima 3,1 kg/Ha. Su questa avversità il prodotto svolge un'attività collaterale.
  • Erwinia carotovora subsp carotovora: 3,1 Kg/ha|350-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire alla dose indicata iniziando i trattamenti alla comparsa delle condizioni favorevoli alle infezioni (effettuare 2-4 trattamenti secondo necessità). Dose massima 3,1 kg/Ha. Su questa avversità il prodotto svolge un'attività collaterale.
  • Sclerotinia fuckeliana - B. cinerea: 3,1 Kg/ha|350-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire alla dose indicata iniziando i trattamenti alla comparsa delle condizioni favorevoli alle infezioni (effettuare 2-4 trattamenti secondo necessità). Dose massima 3,1 kg/Ha. Su questa avversità il prodotto svolge un'attività collaterale.
  • Botrytis cinerea: 3,1 Kg/ha|350-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire alla dose indicata iniziando i trattamenti alla comparsa delle condizioni favorevoli alle infezioni (effettuare 2-4 trattamenti secondo necessità). Dose massima 3,1 kg/Ha. Su questa avversità il prodotto svolge un'attività collaterale.
  • Pseudoperonospora cubensis: 3,1 Kg/ha|350-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire alla dose indicata iniziando i trattamenti alla comparsa delle condizioni favorevoli alle infezioni (effettuare 2-4 trattamenti secondo necessità). Dose massima 3,1 kg/Ha.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Spilocaea oleaginea: 450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire nei periodi più favorevoli alla malattia (effettuare 1-4 trattamenti).
  • Capnodium elaeophilum ed altri: 450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire nei periodi più favorevoli alla malattia (effettuare 1-4 trattamenti).
  • Gloeosporium olivarum: 450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire nei periodi più favorevoli alla malattia (effettuare 1-4 trattamenti).
  • Cercospora cladosporioides: 450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire nei periodi più favorevoli alla malattia (effettuare 1-4 trattamenti).
  • Pseudomonas savastanoi: 450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire nei periodi più favorevoli alla malattia (effettuare 1-4 trattamenti).
Ambito d'impiego: in pieno campo e in serra
Parassiti
  • Antracnosi: 450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: non previsto
    Note: Iniziando gli interventi quando le condizioni sono favorevoli alle malattie e ripetendoli secondo necessità (in media si effettuano 2-6 trattamenti ogni 7-10 giorni).
  • Batteriosi: 450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: non previsto
    Note: Iniziando gli interventi quando le condizioni sono favorevoli alle malattie e ripetendoli secondo necessità (in media si effettuano 2-6 trattamenti ogni 7-10 giorni).
  • Cercospore: 450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: non previsto
    Note: Iniziando gli interventi quando le condizioni sono favorevoli alle malattie e ripetendoli secondo necessità (in media si effettuano 2-6 trattamenti ogni 7-10 giorni).
  • Peronospore: 450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: non previsto
    Note: Iniziando gli interventi quando le condizioni sono favorevoli alle malattie e ripetendoli secondo necessità (in media si effettuano 2-6 trattamenti ogni 7-10 giorni).
  • Ruggini: 450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: non previsto
    Note: Iniziando gli interventi quando le condizioni sono favorevoli alle malattie e ripetendoli secondo necessità (in media si effettuano 2-6 trattamenti ogni 7-10 giorni).
Ambito d'impiego: in pieno campo e in serra
Parassiti
  • Alternaria porri f. sp. solani: 3,5-4 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg
    Note: Intervenire alla dose indicata, iniziando gli interventi quando le condizioni sono favorevoli alle malattie e ripetendoli secondo necessità (di norma si effettuano 3-5 trattamenti in tutto).
  • Erwinia carotovora: 3,5-4 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg
    Note: Intervenire alla dose indicata, iniziando gli interventi quando le condizioni sono favorevoli alle malattie e ripetendoli secondo necessità (di norma si effettuano 3-5 trattamenti in tutto).
  • Erwinia carotovora subsp carotovora: 3,5-4 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg
    Note: Intervenire alla dose indicata, iniziando gli interventi quando le condizioni sono favorevoli alle malattie e ripetendoli secondo necessità (di norma si effettuano 3-5 trattamenti in tutto).
  • Phytophthora infestans: 3,5-4 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 7 gg
    Note: Intervenire alla dose indicata, iniziando gli interventi quando le condizioni sono favorevoli alle malattie e ripetendoli secondo necessità (di norma si effettuano 3-5 trattamenti in tutto).
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Nectria galligena - Cylindrocarpon mali: 220-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: IF
    Note: Interrompere i trattamenti ad inizio della fioritura, effettuare trattamenti autunno invernali alla dose di 220-250 g/hl (2-3 trattamenti dopo la caduta foglie e in pre-fioritura) dosi massime pari a 2,6 Kg s.a./Ha. Trattamenti primaverili con la dose di 250-350 g/hl, in funzione delle condizioni climatiche (piogge, temperature, bagnature), della pressione infettiva e dello sviluppo vegetativo della coltura.
  • Erwinia amylovora: 250-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: IF
    Note: Effettuare trattamenti primaverili ed autunnali
  • Monilia fructigena: 250-610 g/hl
    Intervallo di sicurezza: IF
    Note: Interrompere i trattamenti ad inizio della fioritura, effettuare trattamenti autunno invernali alla dose di 510-610 g/hl (2-3 trattamenti dopo la caduta foglie e in pre-fioritura) dosi massime pari a 2,6 Kg s.a./Ha. Trattamenti primaverili con la dose di 250-350 g/hl, in funzione delle condizioni climatiche (piogge, temperature, bagnature), della pressione infettiva e dello sviluppo vegetativo della coltura.
  • Phytophthora cactorum: 700-800 g/hl
    Intervallo di sicurezza: IF
    Note: Localizzare i trattamenti al colletto della piante distribuendo 10-15 l di sospensione per pianta.
  • Phytophthora citrophthora - Ph. spp: 700-800 g/hl
    Intervallo di sicurezza: IF
    Note: Localizzare i trattamenti al colletto della piante distribuendo 10-15 l di sospensione per pianta.
  • Monilinia e Monilia laxa e fructigena: 250-610 g/hl
    Intervallo di sicurezza: IF
    Note: Interrompere i trattamenti ad inizio della fioritura, effettuare trattamenti autunno invernali alla dose di 510-610 g/hl (2-3 trattamenti dopo la caduta foglie e in pre-fioritura) dosi massime pari a 2,6 Kg s.a./Ha. Trattamenti primaverili con la dose di 250-350 g/hl, in funzione delle condizioni climatiche (piogge, temperature, bagnature), della pressione infettiva e dello sviluppo vegetativo della coltura.
  • Monilinia laxa: 250-610 g/hl
    Intervallo di sicurezza: IF
    Note: Interrompere i trattamenti ad inizio della fioritura, effettuare trattamenti autunno invernali alla dose di 510-610 g/hl (2-3 trattamenti dopo la caduta foglie e in pre-fioritura) dosi massime pari a 2,6 Kg s.a./Ha. Trattamenti primaverili con la dose di 250-350 g/hl, in funzione delle condizioni climatiche (piogge, temperature, bagnature), della pressione infettiva e dello sviluppo vegetativo della coltura.
  • Necrtria galligena - Cylindrocarpon mali: 220-350 g/hl
    Intervallo di sicurezza: IF
    Note: Interrompere i trattamenti ad inizio della fioritura, effettuare trattamenti autunno invernali alla dose di 220-250 g/hl (2-3 trattamenti dopo la caduta foglie e in pre-fioritura) dosi massime pari a 2,6 Kg s.a./Ha. Trattamenti primaverili con la dose di 250-350 g/hl, in funzione delle condizioni climatiche (piogge, temperature, bagnature), della pressione infettiva e dello sviluppo vegetativo della coltura.
  • Mycosphaerella sentina - S. piricola: 250-610 g/hl
    Intervallo di sicurezza: IF
    Note: Interrompere i trattamenti ad inizio della fioritura, effettuare trattamenti autunno invernali alla dose di 510-610 g/hl (2-3 trattamenti dopo la caduta foglie e in pre-fioritura) dosi massime pari a 2,6 Kg s.a./Ha. Trattamenti primaverili con la dose di 250-350 g/hl, in funzione delle condizioni climatiche (piogge, temperature, bagnature), della pressione infettiva e dello sviluppo vegetativo della coltura.
  • Venturia pirina - Fusicladium pirinum: 250-610 g/hl
    Intervallo di sicurezza: IF
    Note: Interrompere i trattamenti ad inizio della fioritura, effettuare trattamenti autunno invernali alla dose di 510-610 g/hl (2-3 trattamenti dopo la caduta foglie e in pre-fioritura) dosi massime pari a 2,6 Kg s.a./Ha. Trattamenti primaverili con la dose di 250-350 g/hl, in funzione delle condizioni climatiche (piogge, temperature, bagnature), della pressione infettiva e dello sviluppo vegetativo della coltura.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Taphrina deformans: 700-900 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Effettuare dei trattamenti autunno-invernali (1-3 trattamenti). Sono consentiti solo trattamenti invernali.
  • Xanthomonas campestris p.v. pruni: 700-900 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Localizzare i trattamenti al colletto delle piante e distribuendo 10-15 di sospensione per pianta. Sono consentiti solo trattamenti invernali.
  • Fusicoccum amygdali: 700-900 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Effettuare dei trattamenti autunno-invernali (1-3 trattamenti). Sono consentiti solo trattamenti invernali.
  • Coryneum beijerinckii: 700-900 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Effettuare dei trattamenti autunno-invernali (1-3 trattamenti). Sono consentiti solo trattamenti invernali.
  • Xanthomonas pruni: 700-900 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Localizzare i trattamenti al colletto delle piante e distribuendo 10-15 di sospensione per pianta. Sono consentiti solo trattamenti invernali.
  • Xanthomonas arboricola pv. Pruni: 700-900 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Effettuare dei trattamenti autunno-invernali (1-3 trattamenti). Sono consentiti solo trattamenti invernali.
  • Monilia fructigena: 700-900 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Effettuare dei trattamenti autunno-invernali (1-3 trattamenti). Sono consentiti solo trattamenti invernali.
  • Phytophthora cactorum: 600-700 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Localizzare i trattamenti al colletto delle piante e distribuendo 10-15 di sospensione per pianta. Sono consentiti solo trattamenti invernali.
  • Phytophthora citrophthora - Ph. spp: 600-700 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Localizzare i trattamenti al colletto delle piante e distribuendo 10-15 di sospensione per pianta. Sono consentiti solo trattamenti invernali.
  • Monilinia e Monilia laxa e fructigena: 700-900 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Effettuare dei trattamenti autunno-invernali (1-3 trattamenti). Sono consentiti solo trattamenti invernali.
  • Monilinia laxa: 700-900 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Effettuare dei trattamenti autunno-invernali (1-3 trattamenti). Sono consentiti solo trattamenti invernali.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Colletotrichum gloeosporioides (Antracnosi degli agrumi): 350-450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire 1-4 volte quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Botryosphaeria ribis - Dothiorella ribis: 350-450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire 1-4 volte quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Capnodium citri: 350-450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire 1-4 volte quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Deuterophoma tracheiphila: 350-450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire 1-4 volte quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Phytophthora citrophthora - Ph. spp: 350-450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire 1-4 volte quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Pseudomonas syringae pv. tomato: 350-450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire 1-4 volte quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in pieno campo e in serra
Parassiti
  • Alternaria alternata: 350-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire alla dose indicata iniziando i trattamenti alla comparsa delle condizioni favorevoli alle infezioni (effettuare 2-4 trattamenti secondo necessità). Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Alternaria porri f. sp. solani: 350-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire alla dose indicata iniziando i trattamenti alla comparsa delle condizioni favorevoli alle infezioni (effettuare 2-4 trattamenti secondo necessità). Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Clavibacter michiganensis subs. michiganensis: 350-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire alla dose indicata iniziando i trattamenti alla comparsa delle condizioni favorevoli alle infezioni (effettuare 2-4 trattamenti secondo necessità).
  • Cladosporium fulvum: 350-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire alla dose indicata iniziando i trattamenti alla comparsa delle condizioni favorevoli alle infezioni (effettuare 2-4 trattamenti secondo necessità).
  • Xanthomonas campestris (=vesicatoria) pv. vesicatoria: 350-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire alla dose indicata iniziando i trattamenti alla comparsa delle condizioni favorevoli alle infezioni (effettuare 2-4 trattamenti secondo necessità).
  • Phoma destructiva: 350-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire alla dose indicata iniziando i trattamenti alla comparsa delle condizioni favorevoli alle infezioni (effettuare 2-4 trattamenti secondo necessità).
  • Phytophthora nicotianae v. parasitica: 350-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire alla dose indicata iniziando i trattamenti alla comparsa delle condizioni favorevoli alle infezioni (effettuare 2-4 trattamenti secondo necessità).
  • Pseudomonas corrugata: 350-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire alla dose indicata iniziando i trattamenti alla comparsa delle condizioni favorevoli alle infezioni (effettuare 2-4 trattamenti secondo necessità).
  • Sclerotinia fuckeliana - B. cinerea: 350-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire alla dose indicata iniziando i trattamenti alla comparsa delle condizioni favorevoli alle infezioni (effettuare 2-4 trattamenti secondo necessità). Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Botrytis cinerea: 350-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire alla dose indicata iniziando i trattamenti alla comparsa delle condizioni favorevoli alle infezioni (effettuare 2-4 trattamenti secondo necessità). Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Phytophthora infestans: 1,2-2,4 kg/Ha|200-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire alla dose di 200-300 g/hl (pari a 1,2-2,4 Kg/ha) iniziando i trattamenti alla comparsa delle condizioni favorevoli alle infezioni (piogge, bagnature, elevata umidità) e ripetendoli preferibilmente ogni 7-8 giorni (4-6 trattamenti). In caso di grave rischio elevare la dose a 400 g/hl.
  • Pseudomonas syringae pv. tomato: 350-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire alla dose indicata iniziando i trattamenti alla comparsa delle condizioni favorevoli alle infezioni (effettuare 2-4 trattamenti secondo necessità).
  • Colletotrichum coccodes: 350-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire alla dose indicata iniziando i trattamenti alla comparsa delle condizioni favorevoli alle infezioni (effettuare 2-4 trattamenti secondo necessità).
Ambito d'impiego: in pieno campo e in serra
Parassiti
  • Erwinia carotovora: 350-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 7 gg
    Note: Intervenire alla dose indicata iniziando i trattamenti alla comparsa delle condizioni favorevoli alle infezioni (effettuare 2-4 trattamenti secondo necessità). Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Erwinia carotovora subsp carotovora: 350-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 7 gg
    Note: Intervenire alla dose indicata iniziando i trattamenti alla comparsa delle condizioni favorevoli alle infezioni (effettuare 2-4 trattamenti secondo necessità). Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Antracnosi: 3,5-4 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Peronospore: 3,5-4 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Antracnosi: 3,5-4 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Peronospore: 3,5-4 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in pieno campo e in serra
Parassiti
  • Pseudomonas fluorescens: 350-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire alla dose indicata iniziando i trattamenti alla comparsa delle condizioni favorevoli alle infezioni (effettuare 2-4 trattamenti secondo necessità). Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Sclerotinia fuckeliana - B. cinerea: 350-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire alla dose indicata iniziando i trattamenti alla comparsa delle condizioni favorevoli alle infezioni (effettuare 2-4 trattamenti secondo necessità). Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Botrytis cinerea: 350-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire alla dose indicata iniziando i trattamenti alla comparsa delle condizioni favorevoli alle infezioni (effettuare 2-4 trattamenti secondo necessità). Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Peronospora schleideni: 350-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire alla dose indicata iniziando i trattamenti alla comparsa delle condizioni favorevoli alle infezioni (effettuare 2-4 trattamenti secondo necessità).
Ambito d'impiego: in pieno campo e in serra
Parassiti
  • Cercospora apii: 350-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 7 gg
    Note: Intervenire alla dose indicata iniziando i trattamenti alla comparsa delle condizioni favorevoli alle infezioni (effettuare 2-4 trattamenti secondo necessità).
  • Erwinia carotovora: 350-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 7 gg
    Note: Intervenire alla dose indicata iniziando i trattamenti alla comparsa delle condizioni favorevoli alle infezioni (effettuare 2-4 trattamenti secondo necessità). Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Erwinia carotovora subsp carotovora: 350-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 7 gg
    Note: Intervenire alla dose indicata iniziando i trattamenti alla comparsa delle condizioni favorevoli alle infezioni (effettuare 2-4 trattamenti secondo necessità). Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Septoria apiicola: 350-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 7 gg
    Note: Intervenire alla dose indicata iniziando i trattamenti alla comparsa delle condizioni favorevoli alle infezioni (effettuare 2-4 trattamenti secondo necessità).
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Antracnosi: 3,5-4 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Peronospore: 3,5-4 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Antracnosi: 3,5-4 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Peronospore: 3,5-4 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Colletotrichum dematium var. truncatum: 3,5-4 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Peronospora manshurica: 3,5-4 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire quando si sviluppano le condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Taphrina pruni: 700-900 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Effettuare dei trattamenti autunno-invernali (1-3 trattamenti). Sono consentiti solo trattamenti invernali.
  • Pseudomonas syringae: 700-900 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Effettuare dei trattamenti autunno-invernali (1-3 trattamenti). Sono consentiti solo trattamenti invernali.
  • Xanthomonas campestris p.v. pruni: 700-900 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Effettuare dei trattamenti autunno-invernali (1-3 trattamenti). Sono consentiti solo trattamenti invernali.
  • Fusicoccum amygdali: 700-900 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Effettuare dei trattamenti autunno-invernali (1-3 trattamenti). Sono consentiti solo trattamenti invernali.
  • Coryneum beijerinckii: 700-900 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Localizzare i trattamenti al colletto delle piante e distribuendo 10-15 l di sospensione per pianta. Sono consentiti solo trattamenti invernali.
  • Xanthomonas pruni: 700-900 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Effettuare dei trattamenti autunno-invernali (1-3 trattamenti). Sono consentiti solo trattamenti invernali.
  • Monilia fructigena: 700-900 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Effettuare dei trattamenti autunno-invernali (1-3 trattamenti). Sono consentiti solo trattamenti invernali.
  • Phytophthora cactorum: 600-700 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Effettuare dei trattamenti autunno-invernali (1-3 trattamenti). Sono consentiti solo trattamenti invernali.
  • Phytophthora citrophthora - Ph. spp: 600-700 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Effettuare dei trattamenti autunno-invernali (1-3 trattamenti). Sono consentiti solo trattamenti invernali.
  • Monilinia e Monilia laxa e fructigena: 700-900 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Effettuare dei trattamenti autunno-invernali (1-3 trattamenti). Sono consentiti solo trattamenti invernali.
  • Monilinia laxa: 700-900 g/hl
    Intervallo di sicurezza: TB
    Note: Effettuare dei trattamenti autunno-invernali (1-3 trattamenti). Sono consentiti solo trattamenti invernali.
Ambito d'impiego: in pieno campo e in serra
Parassiti
  • Collectotrichum nicotianae: 3,5-4 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire in semenzaio ed al trapianto effettuando 2-3 trattamenti ogni 8-10 giorni.
  • Pseudomonas tabaci: 3,5-4 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire in semenzaio ed al trapianto effettuando 2-3 trattamenti ogni 8-10 giorni.
  • Peronospora tabacina: 3,5-4 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire in semenzaio ed al trapianto effettuando 2-3 trattamenti ogni 8-10 giorni.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Colletotrichum gloeosporioides (Antracnosi degli agrumi): 350-450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire 1-4 volte quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Botryosphaeria ribis - Dothiorella ribis: 350-450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire 1-4 volte quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Capnodium citri: 350-450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire 1-4 volte quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Deuterophoma tracheiphila: 350-450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire 1-4 volte quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Phytophthora citrophthora - Ph. spp: 350-450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire 1-4 volte quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
  • Pseudomonas syringae pv. tomato: 350-450 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire 1-4 volte quando si verificano le condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Phomopsis viticola: 200-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire preventivamente alla dose di 200-300 g/hl, elevando la dose a 250-400 g/hl in caso di forte pressione della malattia e andamento climatico molto piovoso. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Phoma uvicola: 200-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire preventivamente alla dose di 200-300 g/hl, elevando la dose a 250-400 g/hl in caso di forte pressione della malattia e andamento climatico molto piovoso. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Septoria ampelina: 200-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire preventivamente alla dose di 200-300 g/hl, elevando la dose a 250-400 g/hl in caso di forte pressione della malattia e andamento climatico molto piovoso. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
  • Plasmopara viticola: 200-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire preventivamente alla dose di 200-300 g/hl, elevando la dose a 250-400 g/hl in caso di forte pressione della malattia e andamento climatico molto piovoso.
  • Pseudopeziza tracheiphila: 200-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 20 gg
    Note: Intervenire preventivamente alla dose di 200-300 g/hl, elevando la dose a 250-400 g/hl in caso di forte pressione della malattia e andamento climatico molto piovoso. Su questa avversità il prodotto svolge un'azione collaterale.
Ambito d'impiego: in pieno campo e in serra
Parassiti
  • Pseudomonas lacrimans: 350-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire alla dose indicata iniziando i trattamenti alla comparsa delle condizioni favorevoli alle infezioni (effettuare 2-4 trattamenti secondo necessità). Dose massima 3,1 kg/Ha.
  • Erwinia carotovora: 350-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire alla dose indicata iniziando i trattamenti alla comparsa delle condizioni favorevoli alle infezioni (effettuare 2-4 trattamenti secondo necessità). Dose massima 3,1 kg/Ha. Su questa avversità il prodotto svolge un'attività collaterale.
  • Erwinia carotovora subsp carotovora: 350-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire alla dose indicata iniziando i trattamenti alla comparsa delle condizioni favorevoli alle infezioni (effettuare 2-4 trattamenti secondo necessità). Dose massima 3,1 kg/Ha. Su questa avversità il prodotto svolge un'attività collaterale.
  • Sclerotinia fuckeliana - B. cinerea: 350-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire alla dose indicata iniziando i trattamenti alla comparsa delle condizioni favorevoli alle infezioni (effettuare 2-4 trattamenti secondo necessità). Dose massima 3,1 kg/Ha. Su questa avversità il prodotto svolge un'attività collaterale.
  • Botrytis cinerea: 350-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire alla dose indicata iniziando i trattamenti alla comparsa delle condizioni favorevoli alle infezioni (effettuare 2-4 trattamenti secondo necessità). Dose massima 3,1 kg/Ha. Su questa avversità il prodotto svolge un'attività collaterale.
  • Pseudoperonospora cubensis: 350-400 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Intervenire alla dose indicata iniziando i trattamenti alla comparsa delle condizioni favorevoli alle infezioni (effettuare 2-4 trattamenti secondo necessità). Dose massima 3,1 kg/Ha.