Agrofarmaci

fungicidi

GRIFON EXTRA

GRIFON EXTRA (Reg. n. 17631 del 11/08/2020)

Anticrittogamico rameico.

 = prodotti ammessi in agricoltura biologica

Caratteristiche

Formulazione: granuli idrodispersibili

Classificazione CLP:

  • GHS05-A
  • GHS07-A
  • GHS09-A
  • PERICOLO

Numero di registrazione: 17631 (11/08/2020)

Composizione

  • rame - idrossido di rame 20,00%
  • rame - ossicloruro di rame 10,00%

Registrazioni

Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Erwinia carotovora: Dose su ettaro:1,5 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Applicare il prodotto alla dose indicata, iniziando i trattamenti alla comparsa delle condizioni favorevoli alle infezioni (piogge, bagnature, elevata umidità) e ripetendoli preferibilmente ogni 7-8 giorni. Effettuare massimo 6 trattamenti all’anno. Il prodotto si impiega in trattamenti alla parte aerea. Le quantità indicate si intendono per trattamenti effettuati a volume normale. Nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni alle dosi per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agro-climatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell'arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg di rame per ettaro all'anno.
  • Phytophthora infestans: Dose su ettaro:1,5 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Applicare il prodotto alla dose indicata, iniziando i trattamenti alla comparsa delle condizioni favorevoli alle infezioni (piogge, bagnature, elevata umidità) e ripetendoli preferibilmente ogni 7-8 giorni. Effettuare massimo 6 trattamenti all’anno. Il prodotto si impiega in trattamenti alla parte aerea. Le quantità indicate si intendono per trattamenti effettuati a volume normale. Nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni alle dosi per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agro-climatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell'arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg di rame per ettaro all'anno.
  • Xanthomonas campestris: Dose su ettaro:1,5 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 3 gg
    Note: Applicare il prodotto alla dose indicata, iniziando i trattamenti alla comparsa delle condizioni favorevoli alle infezioni (piogge, bagnature, elevata umidità) e ripetendoli preferibilmente ogni 7-8 giorni. Effettuare massimo 6 trattamenti all’anno. Il prodotto si impiega in trattamenti alla parte aerea. Le quantità indicate si intendono per trattamenti effettuati a volume normale. Nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni alle dosi per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agro-climatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell'arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg di rame per ettaro all'anno.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Capnodium elaeophilum ed altri: Dose su ettolitro:150 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 14 gg
    Note: I trattamenti contro l’occhio di pavone hanno effetto di contenimento su questa avversità.
  • Colletotrichum gloeosporioides (Lebbra delle olive): Dose su ettolitro:150 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 14 gg
    Note: Intervenire in primavera e durante il periodo autunnale alla dose indicata. Massima dose 3 Kg/ha, con 4 trattamenti/anno. Il prodotto si impiega in trattamenti alla parte aerea. Le quantità indicate si intendono per trattamenti effettuati a volume normale. Nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni alle dosi per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agro-climatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell'arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg di rame per ettaro all'anno.
  • Gloeosporium olivarum: Dose su ettolitro:150 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 14 gg
    Note: Intervenire in primavera e durante il periodo autunnale alla dose indicata. Massima dose 3 Kg/ha, con 4 trattamenti/anno. Il prodotto si impiega in trattamenti alla parte aerea. Le quantità indicate si intendono per trattamenti effettuati a volume normale. Nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni alle dosi per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agro-climatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell'arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg di rame per ettaro all'anno.
  • Mycocentrospora cladosporioides: Dose su ettolitro:150 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 14 gg
    Note: I trattamenti contro l’occhio di pavone hanno effetto di contenimento su questa avversità.
  • Pseudomonas savastanoi: Dose su ettolitro:150 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 14 gg
    Note: I trattamenti contro l’occhio di pavone hanno effetto di contenimento su questa avversità.
  • Pseudomonas syringae subsp. savastanoi: Dose su ettolitro:150 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 14 gg
    Note: I trattamenti contro l’occhio di pavone hanno effetto di contenimento su questa avversità.
  • Spilocaea oleaginea: Dose su ettolitro:150 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 14 gg
    Note: Intervenire in primavera e durante il periodo autunnale alla dose indicata. I trattamenti contro questa avversità hanno effetto di contenimento anche su fumaggine, piombatura e rogna. Massima dose 3 Kg/ha, con 4 trattamenti/anno. Il prodotto si impiega in trattamenti alla parte aerea. Le quantità indicate si intendono per trattamenti effettuati a volume normale. Nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni alle dosi per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agro-climatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell'arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg di rame per ettaro all'anno.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Erwinia carotovora: Dose su ettaro:1,5 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 10 gg
    Note: Applicare il prodotto alla dose indicata, iniziando i trattamenti alla comparsa delle condizioni favorevoli alle infezioni (piogge, bagnature, elevata umidità) e ripetendoli preferibilmente ogni 7-8 giorni. Effettuare massimo 6 trattamenti all’anno. Il prodotto si impiega in trattamenti alla parte aerea. Le quantità indicate si intendono per trattamenti effettuati a volume normale. Nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni alle dosi per ettaro. Intervallo di sicurezza 3 giorni per il pomodoro da consumo fresco e 10 giorni per il pomodoro ad utilizzo industriale. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agro-climatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell'arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg di rame per ettaro all'anno.
  • Phytophthora infestans: Dose su ettaro:1,5 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 10 gg
    Note: Applicare il prodotto alla dose indicata, iniziando i trattamenti alla comparsa delle condizioni favorevoli alle infezioni (piogge, bagnature, elevata umidità) e ripetendoli preferibilmente ogni 7-8 giorni. Effettuare massimo 6 trattamenti all’anno. Il prodotto si impiega in trattamenti alla parte aerea. Le quantità indicate si intendono per trattamenti effettuati a volume normale. Nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni alle dosi per ettaro. Intervallo di sicurezza 3 giorni per il pomodoro da consumo fresco e 10 giorni per il pomodoro ad utilizzo industriale. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agro-climatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell'arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg di rame per ettaro all'anno.
  • Pseudomonas syringae pv. tomato: Dose su ettaro:1,5 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 10 gg
    Note: Applicare il prodotto alla dose indicata, iniziando i trattamenti alla comparsa delle condizioni favorevoli alle infezioni (piogge, bagnature, elevata umidità) e ripetendoli preferibilmente ogni 7-8 giorni. Effettuare massimo 6 trattamenti all’anno. Il prodotto si impiega in trattamenti alla parte aerea. Le quantità indicate si intendono per trattamenti effettuati a volume normale. Nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni alle dosi per ettaro. Intervallo di sicurezza 3 giorni per il pomodoro da consumo fresco e 10 giorni per il pomodoro ad utilizzo industriale. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agro-climatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell'arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg di rame per ettaro all'anno.
  • Ralstonia (Pseudomonas) solanacearum: Dose su ettaro:1,5 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 10 gg
    Note: Applicare il prodotto alla dose indicata, iniziando i trattamenti alla comparsa delle condizioni favorevoli alle infezioni (piogge, bagnature, elevata umidità) e ripetendoli preferibilmente ogni 7-8 giorni. Effettuare massimo 6 trattamenti all’anno. Il prodotto si impiega in trattamenti alla parte aerea. Le quantità indicate si intendono per trattamenti effettuati a volume normale. Nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni alle dosi per ettaro. Intervallo di sicurezza 3 giorni per il pomodoro da consumo fresco e 10 giorni per il pomodoro ad utilizzo industriale. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agro-climatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell'arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg di rame per ettaro all'anno.
  • Xanthomonas campestris (=vesicatoria) pv. vesicatoria: Dose su ettaro:1,5 kg/Ha
    Intervallo di sicurezza: 10 gg
    Note: Applicare il prodotto alla dose indicata, iniziando i trattamenti alla comparsa delle condizioni favorevoli alle infezioni (piogge, bagnature, elevata umidità) e ripetendoli preferibilmente ogni 7-8 giorni. Effettuare massimo 6 trattamenti all’anno. Il prodotto si impiega in trattamenti alla parte aerea. Le quantità indicate si intendono per trattamenti effettuati a volume normale. Nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni alle dosi per ettaro. Intervallo di sicurezza 3 giorni per il pomodoro da consumo fresco e 10 giorni per il pomodoro ad utilizzo industriale. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agro-climatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell'arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg di rame per ettaro all'anno.
Ambito d'impiego: in pieno campo
Parassiti
  • Guignardia bidwellii (Marciume nero degli acini): Dose su ettaro:1-1,5 kg/Ha - Dose su ettolitro:100-150 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 21 gg
    Note: Intervenire preventivamente (nel periodo compreso tra il germogliamento e il viraggio di colore degli acini) alla dose e volumi indicati ripetendo i trattamenti ogni 7-8 giorni. Utilizzare la dose più alta nel caso di elevata pressione infettiva o condizioni atmosferiche particolarmente piovose. Su forme di allevamento espanse come pergole e tendoni non superare la dose di 2Kg/ha indipendentemente dai volumi d’acqua utilizzati. Effettuare massimo 10 trattamenti all’anno. Il prodotto si impiega in trattamenti alla parte aerea. Le quantità indicate si intendono per trattamenti effettuati a volume normale. Nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni alle dosi per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agro-climatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell'arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg di rame per ettaro all'anno.
  • Phoma uvicola: Dose su ettaro:1-1,5 kg/Ha - Dose su ettolitro:100-150 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 21 gg
    Note: Intervenire preventivamente (nel periodo compreso tra il germogliamento e il viraggio di colore degli acini) alla dose e volumi indicati ripetendo i trattamenti ogni 7-8 giorni. Utilizzare la dose più alta nel caso di elevata pressione infettiva o condizioni atmosferiche particolarmente piovose. Su forme di allevamento espanse come pergole e tendoni non superare la dose di 2Kg/ha indipendentemente dai volumi d’acqua utilizzati. Effettuare massimo 10 trattamenti all’anno. Il prodotto si impiega in trattamenti alla parte aerea. Le quantità indicate si intendono per trattamenti effettuati a volume normale. Nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni alle dosi per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agro-climatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell'arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg di rame per ettaro all'anno.
  • Phomopsis viticola: Dose su ettaro:1-1,5 kg/Ha - Dose su ettolitro:100-150 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 21 gg
    Note: Azione collaterale
  • Plasmopara viticola: Dose su ettaro:1-1,5 kg/Ha - Dose su ettolitro:100-150 g/hl
    Intervallo di sicurezza: 21 gg
    Note: Intervenire preventivamente (nel periodo compreso tra il germogliamento e il viraggio di colore degli acini) alla dose e volumi indicati ripetendo i trattamenti ogni 7-8 giorni. Utilizzare la dose più alta nel caso di elevata pressione infettiva o condizioni atmosferiche particolarmente piovose. Su forme di allevamento espanse come pergole e tendoni non superare la dose di 2Kg/ha indipendentemente dai volumi d’acqua utilizzati. Effettuare massimo 10 trattamenti all’anno. Il prodotto si impiega in trattamenti alla parte aerea. Le quantità indicate si intendono per trattamenti effettuati a volume normale. Nel caso di trattamenti a volume ridotto, adeguare le concentrazioni alle dosi per ettaro. Al fine di ridurre al minimo il potenziale accumulo nel suolo e l'esposizione per gli organismi non bersaglio, tenendo conto al contempo delle condizioni agro-climatiche, non superare l'applicazione cumulativa di 28 kg di rame per ettaro nell'arco di 7 anni. Si raccomanda di rispettare il quantitativo applicato medio di 4 kg di rame per ettaro all'anno.